Patti: stasera in Cattedrale il Pontificale per l’inizio della Quaresima
PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Mercoledì 14 Febbraio 2024 09:21
Visite articolo: 7344 volte

Stasera, alle ore 19, nella Basilica Cattedrale di Patti, il Vescovo Guglielmo (di seguito il suo Messaggio per la Quaresima 2024), presiederà la Santa Messa Pontificale per l'inizio della Quaresima, nel corso della quale saranno benedette e imposte le ceneri ai fedeli; saranno presenti il Capitolo della Cattedrale, il Seminario, i Sacerdoti. Si darà avvio ad una delle iniziative preparatorie al grande evento che, ad ottobre, porterà la Sicilia ad Assisi per donare l’olio della lampada che arde sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia; al termine della celebrazione il Vescovo benedice la lampada e la consegna alla comunità diocesana per dare inizio alla Peregrinatio che visiterà tutte le comunità parrocchiali della diocesi e che si concluderà a Tusa il prossimo 29 settembre.

In tutte le comunità parrocchiali l'imposizione delle ceneri avrà luogo durante la Santa Messa vespertina celebrata nei consueti orari. Il rito delle Ceneri, che segna l'inizio del tempo quaresimale e la fine di ogni manifestazione carnevalesca, ci invita a considerare la nostra fragilità umana; la cenere benedetta imposta sul nostro capo è un segno che ci ricorda la nostra condizione di creature, ci invita alla penitenza e ad intensificare l’impegno di conversione per seguire sempre di più il Signore.

Oggi cominciamo un nuovo percorso quaresimale verso la santa Pasqua. Gli anni passano, le quaresime si succedono una dopo l'altra e ogni nuovo anno diventa una bella opportunità per lavorare a migliorare noi stessi e progredire nella nostra vita spirituale. La conversione è il pane quotidiano, non solo nel tempo quaresimale, almeno così dovrebbe essere... Dobbiamo convertirci ogni giorno, dobbiamo cercare Dio nelle faccende quotidiane per poter diventare la migliore versione di noi stessi. Il Mercoledì delle Ceneri ci invita alla sobrietà, ci invita a silenziare dentro di noi il caos nel quale viviamo, a distanziarci da ciò che ci allontana da Dio e da noi stessi. Ognuno di noi ha la propria storia con le sue difficoltà e quindi ciascuno è invitato oggi a nominare cosa dentro il cuore è superfluo e a cosa dovrebbe rinunciare per poter più liberamente amare Dio e gli altri.

Buon cammino quaresimale! 

 




 450 visitatori online
Articoli più visti