Patti: aggiudicati in via definitiva alla “Urania Costruzioni” di Messina i lavori di manutenzione della caserma dei carabinieri
PDF Stampa
Scritto da Massimo Natoli   
Venerdì 17 Novembre 2023 11:32
Visite articolo: 8938 volte

Prendendo atto della sentenza emessa dal Tar di Catania il 4 ottobre scorso, sono stati aggiudicati in via definitiva all’impresa “Urania Costruzioni” di Messina i lavori di manutenzione straordinaria urgenti della caserma dei carabinieri di Patti. 

L’impresa ha offerto un ribasso di oltre il 32% per un importo netto di 705 mila euro. Si tratta di fondi erogati nel 2022 dal dipartimento regionale infrastrutture, mobilità e trasporti. Il progetto esecutivo è stato redatto dall’ingegnere Renato Cilona per un costo complessivo di 1.250.000,00 euro.

Questo progetto è stato al centro di un ricorso al Tar presentato dall’impresa ora aggiudicataria, che aveva contestato l’originaria aggiudicazione dei lavori alla “Segipa srl”. L’Urega, con verbale del 29 dicembre 2022, aveva proposto l’aggiudicazione a favore della “Segipa”, risultata prima in graduatoria, dichiarando seconda classificata la “Urania”.

In avanti un’altra ditta esclusa dalla gara, presentò istanza di annullamento in autotutela e fu riammessa. A quel punto, ricalcolando la soglia di anomalia, con verbale del 27 gennaio scorso, era stata ufficializzata una nuova graduatoria, nella quale risultava prima classificata la “Urania”, nei cui confronti fu inoltrata la proposta di aggiudicazione.

Questa decisione fu contestata dalla “Segipa”, ritenendo che la ditta riammessa in graduatoria dovesse essere comunque esclusa e l’Urega, condividendo questa tesi, rideterminò nuovamente la soglia di anomalia, individuando ancora come prima in graduatoria la “Segipa”, a favore della quale propose l’aggiudicazione.

La “Urania” dopo aver presentato ricorso ed avendo ottenuto la sospensiva, ha avuto ragione anche nel merito; il Tar ha disposto che non doveva essere esclusa la ditta, che, solo per un breve periodo, era stata riammessa e pertanto, com’è scritto in sentenza, illegittimamente l’amministrazione aveva revocato l’aggiudicazione disposta nei confronti della “Urania”.

Da qui il ricorso è stato accolto e annullati tutti i provvedimenti oggetto della contestazione. Risale infine a ieri la determina firmata dal responsabile del settore tecnico del comune di Patti ingegnere Tindaro Pino Scaffidi, con la quale sono stati aggiudicati i lavori alla “Urania Costruzioni”.




 972 visitatori online
Articoli più visti