Patti: nuove nomine e trasferimentii in diocesi
PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Sabato 11 Novembre 2023 18:32
Visite articolo: 9090 volte

Oggi, sabato 11 Novembre, memoria di San Martino di Tours, il Vescovo Mons. Guglielmo Giombanco ha provveduto alle seguenti Nomine:

Don Leonardo Maimone Mancarello, parroco delle parrocchie «San Nicola di Bari» e «Sant’Ippolito» in Patti;

Don Giuseppe Lombardo, parroco della Parrocchia «Santa Caterina» in Patti Marina;

Don Cirino Lo Cicero, parroco della parrocchia «San Nicolò di Bari» in Tortorici;

Don Giuseppe Vivaldi Maimone, ordinato il 6 Ottobre scorso, Vicario parrocchiale della parrocchia «Sacro Cuore di Gesù» in Patti;

Don Salvatore Montagno Capuccinello, ordinato il 6 Ottobre scorso, Vicario parrocchiale della parrocchia «Maria Santissima Assunta» in Cesarò;

Don Giuseppe Mammana, Vicario parrocchiale della parrocchia «San Benedetto il Moro» in Acquedolci;

Don Michel Ranaivo, vicario parrocchiale della parrocchia «San Nicola di Bari» in Patti.

Inoltre, il 10 novembre scorso, il Vescovo  ha nominato membri del Collegio dei Consultori, per il quinquennio 2023 – 2028, i Reverendissimi Presbiteri:

Don Basilio Rinaudo, Don Emanuele Di Santo, Fra Felice Confaloni, Don Gino Fichera, Don Ciro Versaci, Don Vincenzo Rigamo, Don Giuseppe Pichilli e Don Vincenzo Vitanza.

In data 7 novembre 2023  il Vescovo ha nominato Convisitatori per la Visita Pastorale:

Don Basilio Rinaudo, Don Carmelo Paparone, Don Giuseppe Pichilli, Don Stefano Brancatelli e il dottor  Antonio D’Addea

I nuovi parroci inizieranno il ministero pastorale nelle parrocchie il 7 gennaio 2024.

Gli avvicendamenti sono sempre un passaggio delicato in cui entrano in gioco tanti aspetti che coinvolgono la vita dei presbiteri e la vita delle nostre comunità. Le decisioni del Vescovo maturano tenendo conto delle forze che si hanno, delle caratteristiche dei presbiteri e delle singole comunità e, in ogni caso, davanti a Dio nella preghiera.

Nell'apprendere queste nuove nomine nella Santa Chiesa di Patti il ringraziamento al Signore nasce dalla generosità e disponibilità di tanti sacerdoti che, pur con fatica e non senza dolore, hanno accettato una nuova missione, anche in memoria di quella promessa consegnata nelle mani del Vescovo il giorno dell’ordinazione. Si intuisce e si comprende il desiderio di portare a termine un cammino iniziato e, certamente, quando è possibile, il Vescovo cerca sempre di favorirlo, sempre considerando il fatto che le "partenze" dei sacerdoti, non saranno un naufragio, se le persone loro affidate, saranno state aiutate ad ancorarsi a quella Parola di Dio a cui lo stesso San Paolo affidava gli anziani di Efeso, dopo aver annunciato a loro che non avrebbero più rivisto il suo volto. (cf At 20,32).

La vera continuità di un cammino è data dal permanere della comunità e non del presbitero. Ciò significa che le comunità devono saper ringraziare che un loro fratello presbitero abbia speso, per alcuni anni, il suo tempo e le sue risorse a servizio di quella comunità e, nello stesso tempo, saper accogliere, con fede e gioia, un nuovo fratello e padre che continuerà con loro il cammino sinora percorso.

Il Vescovo Guglielmo ringrazia i sacerdoti per la loro disponibilità ed augura un fecondo ministero di grazia e di comunione per le comunità loro affidate; la sua gratitudine, va infine, alle stesse comunità che accoglieranno questi cambiamenti con spirito ecclesiale, consapevoli che siamo un’unica famiglia diocesana, chiamata a portare i pesi gli uni degli altri, a gareggiare nella stima reciproca e ad avere uno sguardo più grande dei confini delle nostre parrocchie.

 

Don Leonardo Maimone   Don Giuseppe Lombardo   

Don Ciro Lo Cicero  

 

Don Giuseppe Vivaldi   Don Salvatore Montagno 

 

Don Giuseppe Mammana       Don Michel Ranaivo





 686 visitatori online
Articoli più visti