Politica


Patti: oggi si riunisce il Consiglio comunale con ben 20 punti all'ordine del giorno Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Martedì 05 Febbraio 2019 09:30

Oggi, 5 Febbraio, alle ore 16 si riunisce il Consiglio Comunale di Patti; durante la seduta, che si tiene nella sala consiliare di piazza Scaffidi, saranno discussi i seguenti punti all'ordine del giorno:

 1) Approvazione Rendiconto della Gestione Esercizio Finanziario 2017 (su proposta del Sindaco);

 2) Riconoscimento ulteriore somma e modifica individuazione risorse debito fuori bilancio Sig.re Gugliotta Maria Gabriella e Anna Maria e n.q. di eredi della Sig.ra Gatto Laura in esecuzione della sentenza n. 634/2016 della Corte d’Appello di Messina di cui alla delibera di C.C. n. 64/2017 (su proposta del Sindaco);

3) Riconoscimento ulteriore somma e modifica individuazione risorse debito fuori bilancio Sig.ri Sciacca Nunzio e Francesco in esecuzione delle sentenze n. 6564/2017 della Corte Suprema di Cassazione e n. 260/2011 della Corte d’Appello di Messina di cui alla delibera di C.C. n. 63/17 (su proposta del Sindaco);

 4) Approvazione Regolamento per l’attuazione della cessione di cubatura e trasferimento di volumetrie art. 22 L.R. 16 del 15 agosto 2016 (su proposta del Sindaco);

 5) Integrazioni al Regolamento Comunale del Consiglio e per il funzionamento dei Gruppi Consiliari e delle Commissioni Consiliari permanenti (su proposta del Presidente del Consiglio);

 6) Approvazione Regolamento per concessione contributi, patrocinio ed altri benefici economici (su proposta del Sindaco);

 7) Modifiche regolamento imposta di soggiorno (su proposta del Sindaco);

 8) Miglioramenti della viabilità cittadina ed eliminazione criticità - Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi, Di Santo, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà e Tripoli);

 9) Discussione chiarimenti ufficio postale di Mongiove (su richiesta del Cons. Salvo);

10) Discussione in merito al regolamento di manomissione del suolo pubblico (su richiesta del Cons. Impalà);

11) Discussione su istituzione dei parcheggi a pagamento (su richiesta dei Conss. Impalà, Tripoli, Di Santo, Cimino, Prinzi, e Gregorio N.);

12) Situazione dei locali dell’Ufficio Territoriale del Lavoro – Discussione (su richiesta del Cons. Tripoli);

13) Gestione inefficiente dell’ufficio tecnico dal punto di vista politico – Discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

14) Paventata dimissione del Sindaco - Discussione (su richiesta dei Conss. Prinzi e Di Santo);

15) Realizzazione zone Free Internet o Wi-Fi – Mozione (su richiesta del Cons. Tripoli);

16) Revoca in autotutela della delibera di Giunta n. 329 del 29/12/2018 – Mozione (su richiesta dei Conss. Cimino, Tripoli e Impalà);

17) Rifacimento del manto bituminoso della strada di collegamento con la fraz. San Cosimo - Mozione (su richiesta dei Conss. Salvo e Virzì);

18) Mozione – Istituzione organo di controllo inerente la tassa di soggiorno (su richiesta del Cons. Impalà);

19) Mancata corresponsione della tredicesima ai Dipendenti comunali – Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi e Di Santo);

20) Contribuzione regionale alle aziende colpite dall’incendio del 30/06/2017 – Discussione e mozione (su richiesta del Cons. Prinzi).

 

Patti: "colpo di grazia ai contribuenti pattesi"; i consiglieri comunali Di Santo e Prinzi attaccano il sindaco Aquino Stampa
Scritto da Comunicato Stampa   
Venerdì 01 Febbraio 2019 20:29

Riceviamo e pubblichiamo un Comunicato stampa dei consiglieri dell'opposizione Giovanni Di Santo e Giacomo Prinzi:

Ormai da otto anni le tasse comunali sono al massimo, grazie al Sindaco Aquino, che aveva promesso di riabbassarle dopo tre. Parchi per bambini, pavimentazioni e nuove strade ( che dopo pochi giorni si sfaldano) sono apprezzabili ma siamo sicuri che c’erano i soldi per realizzarli?

Approffitando del fatto che ormai il cittadino Pattese non si interessa più alla cosa pubblica, Aquino Sindaco ed Assessore al bilancio ha dato mandato alla CRESET non di riscuotere le giuste tasse, ma di dare il colpo di grazia ai contribuenti Pattesi, creando balzelli illegittimi, tartassando anche le proprietà private ed addirittura, richiedendo retroattivamente il pagamento di tasse che risultano prescritte se non addirittura inesistenti ed anticostituzionali.

E tutto questo per finanziare con i nostri sacrifici la sua cattiva ed insufficiente politica.

Tra pochi giorni si dovrà esitare il rendiconto 2017 (avete capito bene 2017, non è un errore di battitura) dove si accerta un disavanzo di oltre un milione di Euro, ma Aquino ancora una volta nega l’evidenza.

Il Comune di Patti è ormai allo stremo e non si procede come si dovrebbe al riequilibrio (c.d. predissesto) solo perché Aquino non avrebbe a chi dare la colpa se non a se stesso per la sua incapace gestione politica.

Anche le tasse sulla spazzatura aumentano, nonostante il Pattese si sacrifichi nelle ore notturne ad uscire con la pioggia e temporali per mettere i rifiuti al proprio posto.

Ed intanto, le strade non hanno nulla da invidiare a quelle di Roma (ci riferiamo alle buche e non al paesaggio), il debito pro capite per ciascun abitante di Patti aumenta, come aumentano i prestiti richiesti alle Banche che tengono in piedi, attaccata ad un filo, l’Amministrazione Aquino.

Fino a quando dovremmo assistere a questa cattiva gestione, sentendo la gente che conta i mesi ed i giorni che mancano alla fine del suo stanco e svogliato secondo mandato.

Noi non siamo intenzionati ad arrenderci e nelle sedi opportuni (non ai tavolini del bar) combatteremo affinchè, la nostra Città, si scrolli di dosso una zavorra che sembra soffocarla.

 

                                                                    I consiglieri Giovanni Di Santo e Giacomo Prinzi

Patti: martedì 5 Febbraio si riunisce il Consiglio comunale con ben 20 punti all'ordine del giorno Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Lunedì 28 Gennaio 2019 19:30

Martedì 5 Febbraio 2019 alle ore 16 si riunirà il Consiglio Comunale di Patti; durante la seduta, che si terrà nella sala consiliare di piazza Scaffidi, saranno discussi i seguenti punti all'ordine del giorno:

 1) Approvazione Rendiconto della Gestione Esercizio Finanziario 2017 (su proposta del Sindaco);

 2) Riconoscimento ulteriore somma e modifica individuazione risorse debito fuori bilancio Sig.re Gugliotta Maria Gabriella e Anna Maria e n.q. di eredi della Sig.ra Gatto Laura in esecuzione della sentenza n. 634/2016 della Corte d’Appello di Messina di cui alla delibera di C.C. n. 64/2017 (su proposta del Sindaco);

3) Riconoscimento ulteriore somma e modifica individuazione risorse debito fuori bilancio Sig.ri Sciacca Nunzio e Francesco in esecuzione delle sentenze n. 6564/2017 della Corte Suprema di Cassazione e n. 260/2011 della Corte d’Appello di Messina di cui alla delibera di C.C. n. 63/17 (su proposta del Sindaco);

 4) Approvazione Regolamento per l’attuazione della cessione di cubatura e trasferimento di volumetrie art. 22 L.R. 16 del 15 agosto 2016 (su proposta del Sindaco);

 5) Integrazioni al Regolamento Comunale del Consiglio e per il funzionamento dei Gruppi Consiliari e delle Commissioni Consiliari permanenti (su proposta del Presidente del Consiglio);

 6) Approvazione Regolamento per concessione contributi, patrocinio ed altri benefici economici (su proposta del Sindaco);

 7) Modifiche regolamento imposta di soggiorno (su proposta del Sindaco);

 8) Miglioramenti della viabilità cittadina ed eliminazione criticità - Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi, Di Santo, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà e Tripoli);

 9) Discussione chiarimenti ufficio postale di Mongiove (su richiesta del Cons. Salvo);

10) Discussione in merito al regolamento di manomissione del suolo pubblico (su richiesta del Cons. Impalà);

11) Discussione su istituzione dei parcheggi a pagamento (su richiesta dei Conss. Impalà, Tripoli, Di Santo, Cimino, Prinzi, e Gregorio N.);

12) Situazione dei locali dell’Ufficio Territoriale del Lavoro – Discussione (su richiesta del Cons. Tripoli);

13) Gestione inefficiente dell’ufficio tecnico dal punto di vista politico – Discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

14) Paventata dimissione del Sindaco - Discussione (su richiesta dei Conss. Prinzi e Di Santo);

15) Realizzazione zone Free Internet o Wi-Fi – Mozione (su richiesta del Cons. Tripoli);

16) Revoca in autotutela della delibera di Giunta n. 329 del 29/12/2018 – Mozione (su richiesta dei Conss. Cimino, Tripoli e Impalà);

17) Rifacimento del manto bituminoso della strada di collegamento con la fraz. San Cosimo - Mozione (su richiesta dei Conss. Salvo e Virzì);

18) Mozione – Istituzione organo di controllo inerente la tassa di soggiorno (su richiesta del Cons. Impalà);

19) Mancata corresponsione della tredicesima ai Dipendenti comunali – Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi e Di Santo);

20) Contribuzione regionale alle aziende colpite dall’incendio del 30/06/2017 – Discussione e mozione (su richiesta del Cons. Prinzi).

 

Patti: oggi si riunisce il Consiglio comunale con 15 punti all'ordine del giorno Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Venerdì 28 Dicembre 2018 10:13

Oggi, venerdì 28 dicembre, alle ore 17, presso la Sala Consiliare di Piazza Scaffidi si riunisce il Consiglio comunale di Patti; nella predetta riunione saranno trattati i seguenti argomenti:  

Nella predetta riunione saranno trattati i seguenti argomenti:

1. Approvazione Regolamento per concessione contributi, patrocinio ed altri benefici economici (su proposta del Sindaco);

2. Razionalizzazione periodica delle partecipazioni ex art. 20 del D. Lgs 19 agosto 2016 n. 175 (su proposta del Sindaco);

3. Approvazione Documento Unico di Programmazione 2018/2020 (su proposta del Sindaco);

4. Approvazione schema di Bilancio di Previsione dell’esercizio finanziario 2018/2020 (su proposta del Sindaco).

5. Modifiche regolamento imposta di soggiorno (su richiesta del Sindaco);

6. Regolamento comunale per la destinazione del 2% dell’assegnazione regionale di parte corrente con forme di democrazia partecipata, ai sensi dell’art. 6 comma 1 della l.r. 5/2014(su richiesta dei Conss. Impalà, Tripoli, Di Santo, Cimino, Prinzi e Gregorio Nardo);

7. Miglioramenti della viabilità cittadina ed eliminazione criticità - Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi, Di Santo, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà e Tripoli);

8. Intervento urgente zona degradata via N.G. Ceraolo-salita Falluca - Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi, Cimino, Di Santo, Gregorio Nardo, Impalà e Tripoli);

9. Discussione chiarimenti ufficio postale di Mongiove (su richiesta del Cons. Salvo)

10. Discussione in merito al regolamento di manomissione del suolo pubblico (su richiesta del Cons. Impalà)

11. Discussione su istituzione dei parcheggi a pagamento (su richiesta dei Conss. Impalà, Tripoli, Di Santo, Cimino, Prinzi, e Gregorio N.)

12. Situazione dei locali dell’Ufficio Territoriale del Lavoro – Discussione (su richiesta del Cons. Tripoli)

13. Mancata predisposizione di un giusto programma Natalizio della città di Patti – Discussione (su richiesta dei Conss. Tripoli, Cimino, Gregorio N., Impalà);

14. Gestione inefficiente dell’ufficio tecnico dal punto di vista politico – Discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

15. Paventata dimissione del Sindaco - Discussione (su richiesta dei Conss. Prinzi e Di Santo).

Patti: nominato il commissario ad acta per l’esame e l’approvazione dei bilanci di previsione per gli esercizi finanziari 2018/2020 Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Sabato 08 Settembre 2018 09:26

C’è anche il comune di Patti fra i 150 per i quali l’assessorato regionale alle Autonomie Locali, retto da Bernadette Grasso, ha nominato il commissario ad acta per l’esame e l’approvazione dei bilanci di previsione per gli esercizi finanziari 2018/2020.

Infatti, a distanza di sei mesi dalla scadenza, fissata al 31 marzo dopo che precedentemente era stata stabilita al 28 febbraio, i comuni in questione risultano inadempienti e che ora dovranno, giocoforza, accelerare i tempi.

Infatti, avranno a disposizione 30 giorni, sotto la supervisione dei commissari, dopo di che scatterà la decadenza per le amministrazioni.

Oltre Patti, i comuni inadempienti in provincia di Messina sono 34: Alcara Li Fusi, Barcellona Pozzo di Gotto, Capizzi, Castel di Lucio, Ficarra, Fiumedinisi, Francavilla di Sicilia, Furci Siculo, Gioiosa Marea, Graniti, Gualtieri Sicaminò, Librizzi, Lipari, Messina, Mirto, Mistretta, Monforte San Giorgio, Mongiuffi Melia, Montagnareale, Motta d’Affermo, Pace del Mela, Roccalumera, San Fratello, San Salvatore di Fitalia, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Santa Domenica Vittoria, Saponara, Spadafora, Taormina, Terme Vigliatore, Torregrotta, Torrenova, Villafranca Tirrena.

“Abbiamo cercato – evidenzia Bernadette Grasso – di rispettare le esigenze dei comuni, che attraversano una fase di grande sofferenza e che sono in difficoltà perché non riescono a riscuotere i tributi, pagando ancora il prezzo della crisi. Infatti, spesso, la gente non è in grado di pagare”.”Abbiamo aspettato, abbiamo voluto dare certezza delle somme dei trasferimenti. Adesso coi commissari partiranno le diffide, oltre i termini dei trenta giorni dovrebbe scattare la decadenza. Ma quella è una seconda fase a cui in questo momento non bisogna pensare”.

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 117
 230 visitatori online
Articoli più visti