Politica


Patti: in consiglio non passa l’aumento della Tari Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Venerdì 29 Marzo 2019 19:50

Dopo un acceso dibattito in aula il consiglio comunale di Patti boccia l’aumento della Tari portato in aula dal sindaco Mauro Aquino. A votare a favore sono stati i consiglieri di maggioranza Nicola Molica, Giusy Cannata, Giovanni Franchina, Cesare Messina, Francesco Arrigo, Enza Stroscio, Melina Virzì. Contraria si è espressa l’opposizione con Filippo Tripoli, Natalia Cimino, Giacomo Prinzi, Mariella Gregorio Nardo, Giovanni Di Santo, Federico Impalà. Decisivi i voti dei consiglieri di maggioranza Luca Musmeci e Placido Salvo che si sono espressi contro l’aumento delle tasse a carico dei cittadini. “Siamo contro l’aumento delle imposte a carico dei cittadini – hanno affermato. Coerentemente con il nostro pensiero ci siamo espressi in maniera negativa alle nuove tariffe proposte dall’amministrazione”. Adesso si aprirà sicuramente una nuova pagina politica considerando che la maggioranza ha dimostrato di non essere più coesa come ad inizio sindacatura e che, anche all’interno di alcuni gruppi, le posizioni si sono mostrate divergenti.

Patti: il Consiglio comunale rinviato ad oggi pomeriggio per mancanza del numero legale, slitta l’aumento Tari Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Venerdì 29 Marzo 2019 09:46

Si attendeva il voto sul piano tari per capire a quanto sarebbe ammontato l’aumento a carico dei cittadini sulle fatture della spazzatura. L’assise, dopo aver discusso alcune nozioni della minoranza, si è impantanata sul piano di rientro dal disavanzo. Venuto meno il numero legale la seduta è stata rinviata ad oggi, venerdì 29 Marzo, alle ore 16.

Per quanto riguarda i primi numeri emersi sul piano tari dalla proposta di delibera avanzata dall’amministrazione Aquino si è appreso che il piano finanziario per il 2029 ammonta a 2.066.670,94 euro. C’è un aumento di circa 320mila euro rispetto al piano approvato nel 2018 che era di 1.743.618,40 euro.

 

Il servizio di spazzamento, raccolta e conferimento in discarica dei rifiuti è gestito dalla RTI Pizzo Pippo – Onorafo Antonino srl che ha vinto la gara d’appalto per sette anni per l’importo di 969.182,55 euro.Ma su richiesta dell’amministrazione la ditta effettua un servizio differente per alcune tipologie di utenze rispetto al piano originario con costi che sono lievitati sino ad un totale di 1.424.758,10. Se da un lato aumentano i costi del servizio originariamente previsti dall’altro si è registrato un abbassamento dei costi per il conferimento in discarica. La previsione, per il 2019, è pari a 510mila euro per i 12 mesi a fronte della somma spesa nel 2018 di 669.710,21 euro con un risparmio stimato di 159.710,21 euro. Ma i costi in più sono maggiori dei risparmi ottenuti così da dover portare ad un aumento della tariffa a carica dei contribuenti. Per diventare effettivi gli aumenti devono essere approvati dal civico consesso.

Patti: oggi alle 16 si riunisce il Consiglio Comunale Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Giovedì 28 Marzo 2019 09:23

Si riunisce oggi, giovedì 28 marzo, alle ore 16, il consiglio comunale di Patti. L’assise è stata convocata in seduta ordinaria dal presidente Nicola Molica. Sono 14 i punti all’ordine del giorno. Tra questi spicca il piano di rientro del disavanzo su proposta del sindaco Mauro Aquino. Nella predetta riunione saranno trattati i seguenti argomenti:

  1. Art. 4 del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 02/04/2015 ed art. 188 del D. Lgs 267/00 e s.m.i. – Piano di Rientro del disavanzo (su proposta del Sindaco);

  2. Piano Finanziario Tari anno 2019 – Approvazione tariffe (su proposta del Sindaco);

  3. Variazioni al bilancio di previsione durante l’esercizio finanziario ai sensi dell’art. 175 del D.Lgs 267/00 (su proposta del Sindaco);

  4. Completamento dei fabbricati e delle opere di urbanizzazione primaria afferenti comparto “E” del Piano di Lottizzazione Patti2 III° lotto mediante rilascio di Permesso di costruire convenzionato ai sensi dell’art. 28 bis del DPR 380/2001 e s.m.i. - Approvazione schema di convenzione urbanistica (su proposta dell’Ass. Scardino);

  5. Approvazione Piano triennale Lavori Pubblici 2019/2021 ed elenco annuale 2019 (su proposta del Sindaco);

  6. Ricognizione degli immobili di Proprietà Comunale suscettibili di alienazione e/o valorizzazione, ai sensi dell’art. 58 del D.L. 112/2008, convertito con modificazioni nella Legge n. 133/2008 ed approvazione Schema Piano Alienazione e /o valorizzazioni 2019/2021 (su proposta del Sindaco);

  7. Verifica accertamenti Creset suolo pubblico e pubblicità – Discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo, Prinzi, Cimino, Tripoli, Gregorio Nardo e Impalà).

  8. Adesione iniziativa “Mi illumino di meno” Mozione (su richiesta dei Conss. Tripoli, Cimino, Impalà e Gregorio Nardo);

  9. Miglioramenti della viabilità cittadina ed eliminazione criticità - Discussione e mozione (su richiesta dei Conss. Prinzi, Di Santo, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà e Tripoli);

  10. Realizzazione zone Free Internet o Wi-Fi – Mozione (su richiesta del Cons. Tripoli);

  11. Lavori urgenti di manutenzione nel quartiere S. Michele e progetto di riqualificazione - Mozione – (su richiesta del Cons. Tripoli);

  12. Problematica assunzione precari e problematica stipendi – Mozione (su richiesta dei Conss. Tripoli, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà);

  13. Chiusura tratto ferroviario Patti-Sant’Agata – Mozione (su richiesta del Cons. Tripoli);

     14. Lavoratori ASU – Discussione in merito (su richiesta del Cons. Franchina gruppo Città e Territorio).

 

Patti: il 28 marzo il piano di rientro del disavanzo arriva in consiglio Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Giovedì 21 Marzo 2019 09:20

Tornerà a riunirsi il 28 marzo prossimo, alle ore 16, il consiglio comunale di Patti. L’assise è stata convocata in seduta ordinaria dal presidente Nicola Molica. Sono 14 i punti all’ordine del giorno. Tra questi spicca il piano di rientro del disavanzo su proposta del sindaco Mauro Aquino.

A seguire l’assemblea cittadina dovrà approvare le tariffe del piano finanziario Tari per l’anno 2019 ed il piano triennale dei lavori pubblici 2019/2021. Inoltre sarà votato il piano delle alienazione dei beni comunali ed affrontata la questione relativa gli accertamenti della Creset in merito al suolo pubblico ed all’imposta sulla pubblicità. Ed a proposito degli avvisi inviati ai contribuenti da parte della società di riscossione incaricata dal Comune sono numerosi i ricordi proposti dai cittadini davanti al Giudice di Pace.

Tra le questioni all’attenzione del civico consesso c’è anche lo schema di convenzione urbanistica relativa al completamento dei fabbricati e delle opere di urbanizzazione primaria afferenti il piano di lottizzazione “Patti 2 III lotto”. Si tratta di un accordo tra le ditte e l’Ente di Palazzo dell’Aquila attraverso il quale le imprese interessate si renderebbero disponibili a realizzare i lavori di riqualificazione di piazza Garibaldi a Marina di Patti a fronte delle somme dovute al Comune.

Tra le altre questioni in scaletta vi sono alcune mozione presentate dall’opposizione consiliare.

Patti - ULTIM'ORA: si dimette l'assessore Ignazio Lipari Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Martedì 12 Febbraio 2019 10:30

L’assessore Ignazio Lipari lascia. L’ormai ex esponente della giunta guidata dal sindaco Mauro Aquino ha, infatti, protocollato, questa mattina, a Palazzo dell’Aquila le proprie dimissioni da assessore al turismo della città di Patti. Sembrerebbe che alla base della sua scelta ci siano motivazioni personali e professionali.

L’ex assessore, contattato, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito.

Di fronte a tale scelta, a pochi giorni dal carnevale e visto l’impegno profuso per allestire un programma che potesse ridare splendore alla manifestazione, appare alquanto surreale che siano arrivate, così improvvise, le dimissioni da assessore.

Visto il silenzio dell’ex componente dell’esecutivo Aquino, è inevitabile una nostra riflessione. Lipari, dal suo arrivo, si è trovato ad operare in emergenza nel corso della stagione estiva, senza fondi a Natale, e con pochi contributi anche in questo Carnevale. Tanto che lo stesso esponente dell’esecutivo aveva deciso di rinunciare al 50% della sua indennità e, proprio in questi giorni aveva impegnato le somme recuperate per contribuire in maniera fattiva all’evento, in particolare per poter dare ai carristi un luogo dove poter realizzare le loro opere di cartapesta, ma anche per sostenere le spese degli eventi che stava organizzado.

Sembra, quindi, evidente che al di là di motivi strettamente personali, come fu allora per l’ex assessore Achille Fortunato, dimessosi con modalità simili, che al di là di possibili questioni lavorative e personali, siano emerse diversità di vedute anche sulla gestione dell’assessorato al turismo che, tra le mille difficoltà, Lipari stava portando avanti con grande impegno e dedizione, subendo spesso anche ingiusti attacchi e assumendosi anche colpe di cui, forse, non era completamente responsabile.

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 115
 227 visitatori online
Articoli più visti