Patti: il dirigente del Commissariato di Polizia incontra gli alunni della scuola Bellini nell'ambito del «Progetto Legalità»
Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Lunedì 27 Marzo 2017 20:25
Visite articolo: 3169 volte

“Ognuno di noi può e deve dare il proprio contributo”. Questa la “consegna” che la dottoressa Giuseppina Interdonato, dirigente il Commissariato di Polizia di Patti, ha lasciato agli alunni delle seconde e terze classi della scuola media “Bellini”, che fa parte dell’Istituto Comprensivo “Lombardo Radice”, diretto da Pina Pizzo, al termine dell’incontro tenutosi nell’ambito del Progetto Legalità, di cui è referente la professoressa Maria Natoli. L’incontro, che ha sviscerato alcuni aspetti della prevenzione dei disagi giovanili, è stato organizzato Proseguono, in collaborazione con la F.A.I. Antiracket “Libero Grassi” di Patti, ed ha fatto seguito a quello tenuto la settimana scorsa con il comandante della Compagnia Carabinieri di Patti capitano Marcello Pezzi, a cui ha preso parte anche Giuseppe Scandurra, presidente della F.A.I. nazionale. Con un linguaggio semplice ma accurato, la dottoressa Interdonato ha saputo coinvolgere gli alunni in un dibattito, sereno e profondo, sulla dipendenza dal cellulare e dai social in genere. “La creazione di una società più civile, rispettosa della dignità di ciascuno e accanto ai più deboli – ha sottolineato la Interdonato – dipende da ciascuno di noi. Solo così potremo sconfiggere ogni forma di aggressività e prevaricazione”. “Devo farvi i complimenti – ha detto ai ragazzi – per la vostra attenzione e la vostra partecipazione, segno evidente della sensibilità della scuola verso i problemi della società moderna”. Complimenti che sono arrivati pure dal presidente della F.A.I. di Patti Sergio Sidoti, il quale ha voluto ricordare un episodio di alcuni anni fa che ha visto protagonisti alcuni alunni della “Bellini” che trovarono un portafogli pieno di banconote e lo riconsegnarono integralmente al proprietario. In quell’occasione furono premiati dall’Aciap. “Uno dei tanti segni – ha voluto rimarcare Sidoti – della maturità degli alunni di questo istituto”. Ovviamente molto soddisfatta la dirigente Pina Pizzo che ha espresso il proprio “grazie” al Commissariato di Polizia e alla F.A.I. “per la collaborazione stretta con la nostra scuola che, sicuramente, continuerà nel tempo, perché bisogna insistere costantemente nell’opera di sensibilizzazione e di promozione della legalità a tutti i livelli”.




 186 visitatori online
Articoli più visti