Patti: la collocazione di Santa Febronia nella vara processionale ha aperto i festeggiamenti religiosi in onore della nostra Patrona; guarda le FOTO
Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Giovedì 27 Luglio 2017 09:45
Visite articolo: 393 volte

Ieri sera, nella Basilica Cattedrale "San Bartolomeo" di Patti, la venerata effigie di Santa Febronia, vergine e martire, è stata collocata nella vara processionale. Numerosi fedeli, fra cui tanti bambini accompagnati dai rispettivi genitori e nonni, hanno partecipato al suggestivo rito che apre i festeggiamenti religiosi in onore della Patrona di Patti. Nella Cappella di Santa Febronia, l'Arciprete don Enzo Smriglio ha presieduto un breve momento di preghiera, nel corso del quale è stata recitata una preghiera composta per l'ccasione che, qui di seguito, pubblichiamo integralmente.

Padre Santo,

inesauribile fonte di ogni bontà e tenerezza,

per mezzo di Gesù tuo Figlio e nostro Signore,

nell’unità dello Spirito Santo Divino Consolatore,

ti vogliamo coralmente ringraziare

per averci donato Santa Febronia,

candido fiore sbocciato nella nostra terra

e dalla tua grazia reso profumato per la santità.

Nel mare, talvolta insidioso,

dell’esistenza quotidiana,

non farci mai mancare il tuo aiuto, o Signore.

La nostra vita sia ogni giorno

ispirata dalle sublimi virtù

che hanno orientato la giovane esistenza

della Vergine e Martire Santa Febronia.

Costantemente illuminati dalla sua totale

ed incondizionata adesione al Vangelo

potremo anche noi vivere in pienezza

le esigenze della nostra vita cristiana:

nel più sentito amore alla famiglia,

nella sana educazione delle nuove generazioni,

nella riconoscente assistenza ai nostri anziani,

nel sostenere pazientemente il duro lavoro

e le inevitabili prove della vita.

Ti preghiamo, o Signore:

allontana dai nostri cuori la rassegnazione,

che blocca ogni iniziativa

e infonde sempre sospetto

verso l’impegno altrui.

Sostieni con la tua grazia

ogni progetto di sviluppo

per la nostra Città.

Sradica dai nostri cuori

il morbo velenoso della gelosia

che rende miope e priva di slancio la vita.

Rinnova ancora i prodigi del tuo amore

e rendici tutti capaci

di riconoscerli, accoglierli e condividerli.

Sull’esempio dei nostri padri,

che nei momenti più difficili della Comunità,

hanno sempre sperimentato

il tuo potente patrocinio,

o gloriosa Santa Febronia,

anche noi continuiamo a confidare

nella tua fraterna intercessione

e ti ringraziamo in modo particolare perché,

in occasione dei recenti e terribili incendi,

che hanno sfregiato il territorio

e arrecato tanta distruzione,

nonostante la violenza devastatrice del fuoco,

non abbiamo avuto né feriti gravi, né morti.

Soccorrici sempre e fa’ che,

sul tuo esempio, anche noi

possiamo offrire ogni giorno,

laddove il Signore ci chiama a vivere,

la nostra testimonianza di vita

lieta, coraggiosa e coerente

che al Vangelo sa ispirarsi,

nel Vangelo trova la forza

e dal Vangelo acquisisce lo stile.

Amen.




 240 visitatori online
Articoli più visti