Montalbano Elicona: installate le videocamere per scoprire chi abbandona i rifiuti nella strada provinciale per Falcone
Stampa
Scritto da Pippo Moroso   
Venerdì 28 Luglio 2017 20:25
Visite articolo: 1039 volte

 

Il comune di Montalbano Elicona si è fatto carico di pulire dagli enormi cumuli di rifiuti abbandonati sul ciglio della strada, la provinciale Falcone-Montalbano. Il primo cittadino di Montalbano, Filippo Taranto, per tutelare l’immagine ed il decoro del proprio territorio comunale, ha dato disposizione agli operai, che si occupano della raccolta differenziata dei rifiuti, di ripulire da cima a fondo l’intera arteria che dal Borgo dei Borghi conduce ai caselli autostradali di Falcone, in quanto era diventata una discarica a cielo aperto. «Certamente non era un buon biglietto da visita - ha detto il primo cittadino - non solo per i normali fruitori di questa importante arteria di comunicazione, ma anche per i numerosi turisti che ogni giorno arrivano sino a Montalbano per visitare il nostro paese. Adesso la strada è stata ripulita da ogni e qualsiasi tipo di rifiuti e da oggi dovranno stare molto attente quelle persone che, in modo ignobile, buttano dal finestrino intere borse di spazzatura, facendo danno prima di tutto all’ambiente e poi al decoro del paesaggio. Il mio paese - ha continuato Filippo Taranto - viene elogiato per la pulizia e per tutto quello che stiamo facendo per la crescita turistica ed economica. Sappiano, queste persone incivili, che prima o poi verranno beccate e saranno sanzionate come previsto dalla legge. Abbiamo ricevuto delle segnalazioni di autisti che abbandonano i rifiuti, lanciandoli dalla macchina e, per questo, ho dato disposizione di vigilare in tale senso, in quanto i posti dove solitamente si butta la spazzatura sono ben individuati». «Chi ha visto parli!». E’ questo il monito che ha lanciato il primo cittadino di Montalbano Elicona e chi ama questo territorio e questo borgo ha il dovere di denunciare le persone incivili. Questo esperimento del video controllo sul territorio è già stato sperimentato con successo dal sindaco di Oliveri, Michele Pino, che da anni si avvale di telecamere posizionate nei posti di smaltimento dei rifiuti e complessivamente su tutto il territorio comunale. Ciò ha consentito di identificare le persone che abbandonavano in modo scriteriato la spazzatura e che sono state subito sanzionate. Ad Oliveri l’obiettivo è stato raggiunto e adesso l’abbandono dei rifiuti si è ridotto ad una minima percentuale, con davvero poche persone che ancora oggi continuano imperterrite a violare il divieto, rimanendo, però, imbrigliate dentro la rete dell’identificazione attraverso la telecamera, che non sanno esista e che fa scattare nei loro confronti una bella multa. Il sindaco Filippo Taranto ha informato della sua iniziativa i colleghi di Falcone e di Basicò ed anche i tecnici della Città Metroplitana di Messina, che possiede un servizio di vigilanza che si occupa attualmente della Riserva Naturale Orientata dei Laghetti di Marinello e che potrebbe essere esteso su tutta la tratta della strada provinciale Falcone - Montalbano.




 141 visitatori online

   

Articoli più visti