Montalbano Elicona: stasera la festa del «Tortone» nella frazione di Santa Barbara
Stampa
Scritto da Pippo Moroso   
Venerdì 11 Agosto 2017 11:52
Visite articolo: 329 volte

Il Borgo dei Borghi 2015 in linea con quanto fatto negli ultimi anni continua nella valorizzazione e riscoperta degli immensi tesori che per diversi decenni erano rimasti abbandonati a se stessi.Il patrimonio culturale che la valle dell’Elicona possiede è immenso ed adesso si punta alla riscoperta dei vecchi mulini ad acqua e di tutto quanto ne derivava da queste autentiche opere di ingegneria che adesso si cominciano a rimpiangere. Oggi, venerdì 11 agosto, nella frazione Santa Barbara un nutrito gruppo di turisti provenienti da tutta la Sicilia , accompagnati da alcune guide specializzate in percorsi naturalistici guaderanno il torrente Elicona ed avranno la possibilità di poter apprezzare quello che resta dei vecchi mulini per tanto tempo abbandonati e sepolti dalla folta vegetazione. Nel pomeriggio numerose persone del luogo faranno vedere il raccolto del frumento e come veniva macinato a suo tempo .Subito dopo sarà la volta della dimostrazione della preparazione del pane pigiato con le mani a pugni chiusi dentro la “mailla”e con il fazzoletto rigidamente legato dietro il collo per non far cadere i capelli dentro la pasta. Tutto rigidamente preparato artigianalmente e con l’acqua riempita nella “quartare” nella vicina fontana del piccolo borgo.
I più coinvolti sembrano essere i bambini, che nelle sere passate in occasione dell’inaugurazione del piccolo anfiteatro dell’asilo comunale, avevano manifestato l’interesse a riscoprire come si macinava i frumento, la preparazione del pane ed il relativo inserimento nel forno a legna rigidamente realizzato accanto la propria abitazione con lo spazi sottostante dove vengono custodite le legna da ardere per portare il forno a temperatura ideale. Nella località Santa Barbara, per scelta del suo primo cittadino , Filippo Taranto e del gruppo locale che lo collabora ,ormai da diversi anni si porta avanti questa usanza e nel rispetto delle trazioni, a conclusione del pane sfornato ,si passa a cucinare e soprattutto a mangiare tutto quello che è rimasto superfluo dalla pasta per preparare il pane di diverse forme e peso, che localmente viene denominato “Tortone “.”Sono soddisfatto , ha dichiarato il primo cittadino Filippo Taranto del susseguirsi di iniziative che arricchiscono culturalmente il mio territorio e così è sempre più predisposto ad accogliere i turisti che vengono a visitare il Borgo dei Borghi.Su iniziativa del prof. Renato Carella dei Ramarro Sicilia di Caltagiorne che ha organizzato un campo di volontari provenienti da tutto il mondo per ripulire il sentiero Chiappazza la cui fruibilità sarà operativa prima ferragosto; domani ha concluso il sindaco Taranto , ci sarà la possibilità di vedere come si lavorava il pane che le nostre mamme a suo tempo preparavano ed anche il “Tortone”che è diventata una tradizione adeguatamente rispolverata per rendere più allettante la visita dei vacanzieri che venerdì 11 saranno miei graditi ospiti a Santa Barbara

 




 152 visitatori online

   

Articoli più visti