Patti: il Movimento città viva invia una Lettera aperta ai «cittadini pattesi e ai mestieranti politici»
Scritto da Comunicato   
Mercoledì 27 Settembre 2017 11:50
Visite articolo: 518 volte

 

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta ai cittadini ed elettori pattesi inviata dal movimento città viva che è nato a Patti nel 2007 come reazione dei cittadini contro la campagna di installazione di "antenna selvaggia" sul territorio comunale.  Nel corso degli anni si è intestato diverse battaglie per la tutela della salute e dell'ambiente e, a gennaio 2013 diventa movimento provinciale. Oggi, oltre alle battaglie storiche è diventato un movimento culturale e d'opinione con sede provinciale a Patti e continua la sua azione di informazione e sensibilizzazione dei cittadini verso problematiche che spaziano dall'ambiente, alla legalità, alla salute, alla gestione della cosa pubblica.

La libertà di un popolo si misura dalla capacità che lo stesso ha di spezzare le catene delle lobby, delle fazioni e dei gruppi di potere.

La nostra collettività, storicamente divisa sul fronte politico, il 5 novembre verrà chiamata alle urne per esprimere il voto per il rinnovo dell’assemblea regionale siciliana.

La storia ci insegna che innumerevoli candidati, nel corso del tempo, son venuti a Patti a riscuotere consensi per poi abbandonare il paese all’indomani delle elezioni. Questo dato storico, sotto gli occhi di tutti, dovrebbe far riflettere e indurre ad una considerazione anche coloro che “notoriamente” scaldano i motori in favore dei “forestieri” che transitano da Patti per raccogliere voti.

La città di Patti merita di più, merita di meglio, merita una rappresentanza locale che sappia e possa affrontare e risolvere i problemi del territorio.

Per trovare soluzioni occorre conoscere i problemi e viverli.

Decine di politici improvvisati, hanno utilizzato negli anni le nostre risorse, sfruttato i movimenti locali, fagocitato migliaia di consensi, col beneplacito di referenti locali, per poi trarne vantaggi personali o di altri territori. 

La nostra cittadina dovrebbe cominciare a ragionare in termini di comunità, dovremmo iniziare a valorizzare il territorio e le sue espressioni. Dovremmo cercare di supportare e sostenere candidati locali espressione della più ampia aggregazione di cittadini e movimenti PATTESI ma non candidati scelti nei salotti della politica!

Un antico proverbio cinese dice: l’unità di un popolo sa trasformare l’argilla in oro. 

Diciamo basta agli scippi di consenso finalizzati a favorire altre realtà, altri territori.

Abbiamo una collettività fatta di maestranze, imprese, professionalità e utenti che hanno lavorato per favorire la crescita locale con varie iniziative, mezzi e strumenti e che continueranno a farlo, a prescindere dal politico di turno che verrà a raccontare frottole e fandonie in vista del consenso, premiamo quindi il territorio e le sue espressioni e diamo priorità a candidati locali «meritevoli»!
In occasione delle prossime elezioni regionali, chiunque verrà a Patti dovrà confrontarsi con il nostro movimento e con i cittadini pattesi che pretendono: rispetto, risposte e soluzioni. Il Movimento Patti Città Viva sosterrà il territorio e le sue espressioni. No individualisti o opportunisti dell’ultimo carro e/o dell’ultima ora. 

Saremo a fianco di chi si spenderà principalmente per la città di Patti e del suo comprensorio e di chi ha dimostrato di essere dalla parte dei cittadini con i fatti e non con le parole!

Non siamo campanilisti egocentrici o estremisti, siamo semplicemente realisti e concreti, consapevoli che lo “scippo di consensi” degli ultimi 30 anni ha prodotto solo disastri, abbandono e depauperazione.

La politica è avvisata e anche i suoi alfieri.

 
il Presidente del Movimento città viva, Max Mannelli

 




 190 visitatori online
Articoli più visti
IN EDICOLA

INTERVISTA ESCLUSIVA

A MONS. GUGLIELMO GIOMBANCO

Vescovo di Patti

CLICCA SULLA FOTO