Patti: oggi il pellegrinaggio all'Acquasanta in onore di Santa Febronia, patrona della città
PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Lunedì 02 Luglio 2018 10:49
Visite articolo: 536 volte

Il 2 luglio di 358 anni fa la campana della chiesetta del quartiere Polline, a Patti, suonò a distesa, spontaneamente, per avvertire i pattesi di un grave pericolo incombente: Ascanio Anzalone, che aveva comprato la città dall'esoso governo spagnolo come feudo, veniva ad occuparla a tradimento. 

I cittadini accorsero alle armi immediatamente, impedirono l'accesso al neo-feudatario, subirono un assedio, ma non cedettero. Venuti a Patti, risarcirono con grandi sacrifici l'Anzalone, fondendo in quella circostanza anche i calici delle chiese.  

Patti scrisse in quella circostanza una bella pagina di storia e per la riconoscenza, la vergine e martire Febronia fu proclamata principale protettrice della città.

Per ricordare tale avvenimento, oggi, lunedì 2 luglio, i fedeli e i devoti della santa patrona, nel pomeriggio, si ritroveranno nello spiazzo antistante la chiesetta di Polline costruita, secondo la tradizione, sulla casa natale di santa Febronia e, dopo un momento di preghiera presieduto dall'arciprete della Cattedrale, don Enzo Smriglio, inizieranno alle ore 18 il pellegrinaggio a piedi, preceduti dallo stendardo (nella foto il particolare) e accompagnati dalla banda musicale, verso il santuario di santa Febronia di contrada Acquasanta nel comune di Gioiosa Marea, dove Febronia fu battezzata dal vescovo sant'Agatone.

All'arrivo, accolti dai fedeli dell'Acquasanta e dal parroco di Landro, don Basilio Pappalardo, don Enzo Smriglio presiederà la Santa Messa che dà inizio al Triduo per i festeggiamenti in onore di Santa Febronia che si svolgeranno in contrada Acquasanta il prossimo giovedì 5 Luglio.




 147 visitatori online
Articoli più visti