Patti: l’IIS Borghese Faranda ha aderito alla decima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti
Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Sabato 24 Novembre 2018 09:44
Visite articolo: 170 volte

 

Anche l’IIS “Borghese Faranda” ha aderito alla decima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR),  - che si protrarrà fino a lunedì 25 novembre che quest’anno avrà come tema centrale “I rifiuti pericolosi” e, nello specifico. Prevenire e gestire i rifiuti pericolosi”. 

Il “ Borghese Faranda”, grazie al supporto del Team Ambientale, composto da docenti (Concetta Molica, Cettina Narda, Giusy Segreto, Carmelina Bertolami, Pippo Orlando, Pia Costantino, Elvira Caleca, Annamaria Natoli, Antonino Longo, Laura Donzì) di discipline differenti uniti dall’amore per il territorio e dalla volontà di indirizzare ragazzi e colleghi alle buone pratiche, a titolo completamente gratuito), fortemente voluto da dirigente scolastico, proessossa Francesca Buta e guidati dal professore Francesco Zappia, ambasciatore ambientale dell’istituto, ha promosso, all’interno di tale iniziativa , una attività formativa sull’argomento, che gli allievi hanno svolto stamattina nelle proprie classi grazie agli ausili didattici informatici di cui tutti gli spazi sono dotati. Dopo aver visionato spot, video e articoli riguardo alla classificazione dei rifiuti pericolosi, gli studenti sono stati coinvolti nella produzione di spot e di schede sull’argomento, che, dopo attenta selezione, parteciperanno ai contest e concorsi della SERR.

La “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” è nata all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea, con l’obiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni, gli stakeholder e i consumatori circa le strategie e le  politiche di prevenzione dei rifiuti delineate dall’Unione Europea e che gli Stati membri sono chiamati ad attuare. Anche per l’anno in corso, l’obiettivo è di coinvolgere il più possibile pubbliche amministrazioni, associazioni e organizzazioni no profit, scuole, università, imprese, associazioni di categoria e singoli cittadini a proporre azioni volte a prevenire, ridurre o riciclare correttamente i rifiuti a livello nazionale e locale.

Da sottolineare che al “Borghese Faranda” la raccolta differenziata è stata avviata, in tutti e tre i plessi, ancor prima che partisse su tutto il territorio comunale. Sono stati anche presentati dei progetti PON, coordinati da Enza Stroscio, di cui uno, #Greeneducation, già autorizzato ed in fase di attivazione, in cui si affronterà il tema della “raccolta differenziata ed energie alternative”.

 

 

 




 143 visitatori online
Articoli più visti