Patti: polemica sui rifiuti, interviene l’assessore Franchina
PDF Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Venerdì 09 Agosto 2019 10:56
Visite articolo: 717 volte

Dopo la presa di posizione dell’Unione Commercianti Pattesi a seguito della eclatante protesta di un esercente del centro che ha riempito di rifiuti la via Trieste, a freddo, prende posizione l’assessore comunale all’Igiene Urbana, Giovanni Franchina.

L’associazione pattese aveva evidenziato l’opportunità, dopo eventi di richiamo, di organizzare delle raccolte straordinarie dei rifiuti per evitare i commercianti siano costretti a rimanere per diversi giorni con i sacchi dell’immondizia a ridosso delle proprie attività in attesa dei passaggi previsti.

“Il problema rappresentato dall’unione commercianti pattesi – ha scritto in una nota l’assessore Franchina – è reale ma non è senza soluzione, anzi di soluzioni ve ne sono ben tre, il cittadino o esercente che sia, può scegliere”.

La prima soluzione prospettata dall’assessore Franchina riguarda la possibilità di “chiamare in tempo utile l’ufficio comunale o la ditta gestore del servizio inoltrando una richiesta per l’istallazione temporanea di ulteriori mastelli in occasioni di ricorrenze particolari come la festa della Santa Patrona”- La seconda soluzione è quella di “conferire con proprio mezzo i rifiuti accumulati, esclusi i rifiuti indifferenziati, nell’isola ecologica già esistente presso la piattaforma PI ECO. Preciso che in questo caso il limite per ogni singolo trasporto è di kg. 35”. La terza soluzione prospettata dall’esponente dell’esecutivo pattese è quella di “telefonare all’Ufficio Comunale Territorio e Ambiente o al Comando dei Vigili Urbani per rappresentare il problema e trovare insieme una soluzione, così come hanno fatto altri esercenti in situazioni analoghe”.

“Certamente, nell’interesse dell’esercente stesso – ha sottolineato Franchina – la soluzione da lui scelta non è stata la migliore e non ritengo possa essere considerata neppure una soluzione, ma un semplice atto di protesta del quale sono state sottovalutate le conseguenze. Ritengo che il servizio debba essere costantemente monitorato e, facendo tesoro delle segnalazioni ricevute dalla ditta, dall’ufficio e dai cittadini pattesi, ritengo che va migliorato e potenziato. A tal fine ho già avviato le procedure con gli uffici e la ditta gestore del servizio”.

L’assessore Franchina ha anche dato la sua disponibilità per incontrare, nel prossimo autunno, l’Unione Commercianti Pattesi ed i cittadini “al fine di dare un contributo per il miglioramento del servizio e il conseguente adeguamento del relativo piano economico finanziario”.

“Inoltre- ha concluso l’assessore – l’ufficio Territorio e Ambiente sta adeguando il progetto al fine di partecipare a un nuovo bando per la costruzione di un ulteriore CCR (Centro Comunale Raccolta) nel territorio pattese”.

 




 227 visitatori online
Articoli più visti