Patti: cede un palo dell’illuminazione, sfiorata la tragegia
PDF Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Lunedì 14 Ottobre 2019 18:04
Visite articolo: 574 volte

Tragedia sfiorata a Marina di Patti ieri pomeriggio quando un palo della pubblica illuminazione, forse a causa del cedimento della base, è finito sulla carreggiata dove, in quel momento, si stava svolgendo una manifestazione sportiva. Alcuni bambini intenti a giocare sono stati sfiorati dal palo in ferro, evidentemente arrugginito.
L’episodio accaduto sul lungomare Filippo Zuccarello dovrebbe far riflettere sulla sicurezza e sul pericolo che sembrerebbero rappresentare anche gli altri pali della pubblica illuminazione presenti nella zona. A tal proposito sarebbe opportuno un monitoraggio complessivo per evitare il ripetersi di episodi simili. Anche perchè in futuro la fortuna potrebbe non essere così clemente come lo è stata in questa occasione. Nel 2017 l’amministrazione comunale aveva stanziato la somma di 25mila euro per la sostituzione dei pali della pubblica illuminazione vecchi e pericolanti sul lungomare Filippo Zuccarello. Nella delibera n. 252 del dicembre 2017 si legge che “l’impianto della pubblica illuminazione del lungomare Filippo Zuccarello di Patti Marina é composto da pali rastremati in ferro e da pali ferro e acciaio lavorati in stile, che a causa della vetustà alcuni pali corrosi dalla ruggine nella parte inferiore sono crollati, mentre altri sono stati preventivamente rimossi al fine di evitare che improvvisi crolli possano essere causa di pericolo per la pubblica incolumità dei cittadini”. Ma i pali esistenti sul lungomare Filippo Zuccarello, vetusti e pericolanti, sono ancora la, ad eccezione di uno caduto ieri pomeriggio. Ma in realtà la delibera in questione sembrerebbe riferirsi al nuovo impianto di illuminazione dell’area del parco giochi. Sarebbe opportuno che, come avvenuto per la riqualificata area della pineta dove l’intervento ha rivestito, secondo quanto scritto nell’atto dell’esecutivo, carattere d’urgenza ed indifferibilità in quanto il persistere di tale situazione di disagio avrebbe potuto essere causa di di danni economici per l’ente oltre che di pericolo, adesso l’augurio è che l’amministrazione si muova con altrettanta celerità, urgenza ed indifferibilità di fronte ad una tragedia sfiorata e ad un pericolo che si é dimostrato essere reale.
Sulla vicenda il consigliere Giacomo Prinzi, presente sul luogo con i propri figli per assistere alla manifestazione e spettatore involontario del cedimento del palo, ha annunciato che presenterà una interrogazione al primo cittadino per avere chiarimenti sulla situazione dell’illuminazione pubblica cittadina, su quella del lungomare in particolare, e per conoscere le somme impegnate in questi anni per la messa in sicurezza dell’impianto, le somme realmente spese e in quali interventi.




 170 visitatori online
Articoli più visti