Sant'Angelo di Brolo: una comunità incredula per la prematura scomparsa di Angelina Pintaudi
Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Venerdì 25 Ottobre 2019 10:02
Visite articolo: 842 volte

La gioia diventa dolore quando uno dei momenti più belli della vita di una coppia si trasforma in una inspiegabile tragedia. Così iniziavo ieri il mio articolo non appena sono stato informato della morte di Angelina Pintaudi, 38 anni, di Sant'Angelo di Brolo, deceduta all'Ospedale "Barone Romeo" mentre stava dando alla luce il figlio che i medici del reparto di Ostetricia e Ginecologia sono riusciti a salvare. Secondo una prima ricostruzione, la donna sarebbe andata incontro a complicanze e a un arresto cardiaco. Dopo la tragedia i familiari della trentottenne hanno chiamato il 113 e la Polizia del locale commissariato è intervenuta all'ospedale di Patti per ricostruire l’accaduto e acquisire documenti e testimonianze. Il direttore sanitario dell'Asp di Messina, Domenico Sindoni, ha detto di aver avviato un'indagine interna per capire cosa sia successo: "Al momento posso solo esprimere tutto il nostro profondo dispiacere per la morte della paziente", ha detto. Angelina lascia il marito e anche un’altra figlia, avuta tre anni fa. Angelina era anche una violinista molto nota nell’hinterland nebroideo; animava anche la Novena di Natale con un piccolo coro di bambini del suo paese, come mi riferiva padre Bettino Mancuso, cappellano dell'ospedale di Patti. Tanti i messaggi inviati attraverso i social. Il sindaco di Sant'Angelo di Brolo, Francesco Paolo Cortolillo, scioccato ed affranto, ha preannunciato che proclamerà il lutto cittadino nel giorno in cui si celebrerà il funerale.
 




 181 visitatori online
Articoli più visti