Patti: la famiglia Mondello promuove la scuola di cartapesta
PDF Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Martedì 14 Gennaio 2020 09:10
Visite articolo: 1067 volte

Nell’attesa che la macchina organizzativa del Gran Carnevale Pattese si metta in moto ufficialmente gli appassionati della festa più divertente dell’anno stanno già lavorando per la preparazione dei gruppi mascherati e dei carri allegorici. Sono loro, infatti, il fulcro portante delle sfilate e degli eventi che allieteranno il periodo di carnevale che quest’anno cade dal 20 al 25 febbraio.

Ancora non si hanno notizie precise sul programma. Le uniche certezze sono gli appassionati già al lavoro da alcune settimane e la nuova scuola di cartapesta portata avanti dalla famiglia Mondello e curata dal maestro Salvatore Gumina.

Si tratta di una iniziativa che era stata annunciata lo scorso anno e che vuole essere uno strumento per salvaguardare una antica tradizione della città di Patti.

“L’idea – ha spiegato Enza Mondello – era nata nel 2015 quando un comitato cittadino aveva indetto un concorso per creare la maschera del Carnevale storico pattese. In quella occasione grazie a Salvatore Gumina era stata ideata la maschera di Don Liu u sciccareddu, ovvero un omaggio a mio nonno. L’idea è piaciuta ed ha anche avuto il consenso di tante persone. Lo scorso anno, sempre Salvatore Gumina, ha ricreato la figura di mio nonno in un carro molto bello che è stato apprezzato da tutti tanto che nelle prossime edizioni sarà ancora presente durante le sfilate di Carnevale. Da qui è nato il desiderio di fare qualcosa per la città di Patti e, dato che mio nonno era conosciuto per la sua allegria e per la sua voglia di far divertire cercando sempre di strappare un sorriso a chi aveva davanti, si è deciso di creare una scuola di cartapesta in sua memoria per tramandare questa tradizione”.

Accanto alla scuola di cartapesta che è già attiva in un locale messo a disposizione gratuitamente dalla famiglia Mondello e curata, tre giorni la settimana, dal maestro Salvatore Gumina, in memoria di Don Liu i familiari hanno deciso anche di creare un premio in denaro che dovrà servire per migliorare e continuare a tramandare la tradizione del Carnevale e della cartapesta. “Lo scorso anno – ha spiegato Enza Mondello – l’amministrazione comunale ha decretato che Don Liu è la maschera ufficiale del Carnevale pattese. La mia famiglia, considerando che questo è stato anche merito dell’apprezzamento dei pattesi, ha deciso di mettere una somma in denaro che annualmente sarà divisa tra una persona che negli anni si è adoperata per la crescita e la diffusione del Carnevale e al gruppo o carro che meglio rappresenterà lo spirito goliardico tipico di questa festa così come era mio nonno”.




 154 visitatori online
Articoli più visti