Patti: approvato il piano triennale delle opere pubbliche
Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Mercoledì 22 Gennaio 2020 16:10
Visite articolo: 754 volte

La giunta municipale ha approvato il piano triennale dei lavori pubblici 2020/2022 e l’elenco annuale 2020.

Il documento prevede 101 interventi. “Nell’elaborazione del piano, preliminarmente – si legge nella relazione – si è proceduto alla ricognizione complessiva dei bisogni dell’Ente, correttamente rapportati all’ammontare delle concrete risorse finanziarie, ed al loro possibile effettivo utilizzo”. “Lo schema del programma – prosegue il documento – è stato sviluppato partendo da una puntuale ricognizione dei programmi approvati dal consiglio comunale negli esercizi precedenti e procedendo, quindi, ad un aggiornamento dell’elaborazione per l’esercizio 2019. Nello schema del programma triennale sono ordinatamente indicate le opere rispondenti ad obiettivi programmatici prioritari dell’amministrazione o in ogni caso indispensabili ai fini di garantire la funzionalità di servizi ed attività di pubblico interesse”.

Nel nuovo documento di programmazione le opere da realizzare sono suddivise in undici categorie: opere stradali, opere marittime, lacuali e fluviali, difesa del suolo, edilizia sociale e scolastica, altra edilizia pubblica, edilizia abitativa, sport e spettacolo, risorse idriche, igienico-sanitario, altre infrastrutture pubbliche non altrove classificate, altre infrastrutture nel settore energetico.

Delle 101 opere, sono 12 quelle inserite nel piano annuale 20207 per un importo complessivo di 19.802.550,00 euro. Si tratta del progetto di ampliamento della scuola media “Luigi Pirandello” (489.000,00 euro); Miglioramento dell’esistente approdo per pescherecci di Marina di Patti (250mila euro); Ristrutturazione e rifacimento rete idrica interna e frazioni (1.02.000,00 euro); Potenziamento ed adeguamento dell’impianto di depurazione dei reflui del comune di Patti (2.070.000,00 euro); Ristrutturazione e recupero del fabbricato comunale si via Sciacca Baratta (1.243.000,00 euro); Valorizzazione turistica dell’are archeologica di Tindari (1.700.000,00 euro) Recupero urbano delle aree esterne degli alloggi IACP di via Catapanello con ristrutturazione degli impianti sportivi (985.000,00 euro); Project financing per il progetto Smart City (2.540.000,00 euro); Lavori per l’efficientamento energetico della scuola “Lombardo Radice” (990.550,00 euro); Programma di riqualificazione urbana per alloggi popolari nel centro storico (330 mila euro); Completamento rete idrica contrada monte (3.957.000,00 euro); Rigenerazione e completamento impianto sportivo “Gepy Faranda” (1.042.000,00 euro).

Nel triennale, che rappresenta un vero e proprio libro dei sogni, gli investimenti complessivi previsti ammontano a 201.252.898,00 euro. Diverse opere, infatti, sono inseriti da oltre un ventennio ed ormai rappresentano esclusivamente dei sogni che difficilmente vedranno mai la luce. Tra queste figurano i lavori di costruzione della strada esterna di circonvallazione del centro per un importo di oltre 14 milioni di euro, area attrezzata per il tiro a piattello e percorso di caccia in contrada Cafocchio (834.000,00 euro), realizzazione di una piscina coperta in località Case Nuove Russo (3.099.000,00 euro), costruzione di un campo di calcio volano da affiancare allo stadio comunale (502.000,00 euro), costruzione impianti sportivi in contrada Locanda (362mila euro)sistemazione definitiva con realizzazione e ristrutturazione impianti sportivi di via Mazzini (285.000,00 euro). Quest’ultimo intervento, nonostante sia ancora nel piano triennale delle opere pubbliche, appare ben lontano dagli obiettivi dell’attuale amministrazione anche in considerazione del fatto che, per il secondo anno, i resti dell’antica struttura sportiva dovrebbero essere concessi ai carristi per il completamento dei carri allegorici per l’imminente carnevale.




 208 visitatori online
Articoli più visti