Patti: da oggi Messe con il popolo, attenzione a obblighi e distanze, un sacrificio essenziale dei fedeli per tornare a pregare insieme
Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Lunedì 18 Maggio 2020 12:16
Visite articolo: 398 volte

Da oggi a Patti, come in tutta Italia, le porte delle chiese si sono riaperte per accogliere i fedeli alla celebrazione delle Messe, come previsto dall’accordo tra Governo e Conferenza episcopale italiana per quanto riguarda la "fase 2" del contrasto alla pandemia di coronavirus Covid-19. Cartelli esplicativi più o meno grandi che descrivono le regole da seguire, personale volontario che ordina ingresso, uscita e limite massimo delle persone che possono accedere, disinfettante per le mani, posti a sedere segnati sulle panche per rispettare il distanziamento, acquasantiere vuote, sospensione dello scambio della pace, oltre che disposizioni precise per poter fare la comunione. Tante norme che i fedeli, anche quelli più anziani, seguiranno diligentemente, felici di poter tornare a varcare la soglia della loro Chiesa per pregare in comunità e celebrare insieme l'Eucaristia, dopo 70 giorni di "forzato digiuno".




 221 visitatori online
Articoli più visti