Patti: la fruizione delle spiagge ai tempi del Covid19 prevede misure stringenti sul fronte degli accessi all’arenile
Scritto da Giuseppe Giarrizzo   
Martedì 30 Giugno 2020 20:23
Visite articolo: 649 volte

A vigilare sull’adozione di comportamenti corretti e a svolgere attività d’informazione e sensibilizzazione sulle spiagge libere saranno gli agenti della polizia municipale, ai quali verranno affiancate associazioni e organizzazioni di volontariato chiamate a coadiuvare l’ente di Palazzo dell’Aquila nello svolgimento delle attività finalizzate all’applicazione e al mantenimento del distanziamento sociale, garantendo il rispetto delle norme che prevedono il divieto di assembramenti sugli arenili.

Nei giorni scorsi è stato emanato dal Comune un avviso pubblico finalizzato all’individuazione di volontari disposti a collaborare con il comando di polizia locale nella gestione delle spiagge libere dal 1 luglio al 30 settembre. Le attività consisteranno, nello specifico, nell’informare e sensibilizzare i bagnanti sulla normativa vigente e sul relativo regime sanzionatorio, collaborando con il Comune per le operazioni di intervento in caso di situazioni di degrado. La convenzione prevede, inoltre, attività di verifica e riscontro sulla base di programmi di intervento preventivamente approvati dall’ente.

Diverse le attività previste, tra cui il contingentamento degli ingressi e delle uscite dagli arenili, con l’obiettivo di ridurre al minimo il rischio di assembramenti e di nuovi contagi all’interno delle spiagge libere. I bagnanti non potranno accedere agli arenili in caso di provvedimento di quarantena o in presenza di sintomi influenzali e di temperatura corporea oltre i 37,5 gradi. In spiaggia vigerà, inoltre, l’obbligo di distanziamento sociale di almeno 1 metro, anche durante la balneazione e le passeggiate lungo la battigia, mentre viene prescritta la limitazione del contatto con sabbia e scogli. Cinque metri la distanza minima tra gli ombrelloni; 1,5 metri quella tra lettini, teli e sdraio. Particolarmente stringenti le norme sulle attività consentite: vietati calcetto, beach volley, bocce, balli, happy hours, aree giochi, feste ed eventi. Consentiti, invece, gli sport individuali, sia in spiaggia che in acqua. Le associazioni di volontariato saranno chiamate a vigilare anche sulla corretta fruizione delle zone nautiche di Patti Marina e Mongiove.




 198 visitatori online
Articoli più visti
IN EDICOLA

 
Preghiera
nel tempo del
Coronavirus

 

 

   INTERVISTA ESCLUSIVA

A MONS. GUGLIELMO GIOMBANCO

Vescovo di Patti

CLICCA SULLA FOTO