Patti: la scomparsa del carissimo Franco Prinzi, primo grafico del nostro giornale
Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Martedì 20 Ottobre 2020 12:10
Visite articolo: 980 volte

Qualche ora fa sono stato raggiunto da una triste notizia, quella relativa alla scomparsa del carissimo amico Franco Prinzi. L’esperienza della morte è sempre un momento sconvolgente, perché ci richiama in modo crudo l’estrema fragilità che portiamo dentro di noi ma, in questa circostanza, è doveroso evidenziare il legame profondo che ha unito Franco alla sua famiglia per la quale ha profuso tutta la sua carica affettiva e al cui servizio ha dedicato le proprie energie. Era la famiglia il valore fondante della sua personalità di uomo sempre attento e, nello stesso tempo, con l'irruenza del suo carattere, disponibile a donare il proprio aiuto, a porgere la propria mano come sostegno agli altrui bisogni, ai familiari e agli amici. Come non ricordare l'altro suo elemento caratterizzante, la sua passione per l'elettronica e l'informatica, passione vissuta come ricerca per illuminare il presente ed orientare il futuro, in una continuità di di valori che solo una coscienza profondamente umana riesce a cogliere. Franco è stato docente nelle scuole elementari, ed ha svolto il suo incarico con passione, credendo fermamente in ciò che faceva e, soprattutto, battendosi sempre ed in prima persona per l'affermazione dei valori dell'onestà e della giustizia. Per noi de "In Cammino" Franco è stato, possiamo dire, il primo grafico del nostro giornale; attraverso le sue conoscenze nel campo dell'informatica, ha gettato le basi per progettare la grafica del nostro giornale e per renderlo sempre un vero giornale (i primi numeri de "In Cammino", negli anni '90, li preparavamo nel suo studio; ricordo la passione che ci metteva e, soprattutto, le nottate, spese a correggere ed impaginare, prima di andare in stampa). Franco credeva in Dio e preferiva recarsi in Chiesa quando l'edificio sacro era vuoto, per entrare in intima relazione con il mistero stesso di Dio, un Dio vicino che lui considerava prossimo alle nostre fragilità e sofferenze. Devotissimo del Santissimo "Ecce Homo", venerato nel santuario di Calvaruso, spesso vi si recava, per raccogliersi devotamente in preghiera ed imparare a scoprire il volto sfigurato di Gesù nel volto degli altri, nella loro voce, nelle loro richieste di aiuto. In questi ultimi tempi della malattia mentre il suo corpo manifestava i segni evidenti della sofferenza, la sua tenerezza per l’amicizia cresceva anche nella fatica di esprimersi. Adesso noi ci congediamo da te, carissimo Franco, nella fede, sorretti dalla speranza che tu sia presso quel Padre che non divide, ma unisce. Presso di Lui tu sarai intercessore e consolatore per i tuoi cari, per Rosetta, per Giacomo, Patrizia, Enrico, per i tuoi affezionati nipoti e per tutti noi, per la tua Patti che hai tanto amato.
Caro Franco, sposo affettuoso, padre e nonno tanto amato, riposa in pace.

I funerali di Franco Pirinzi saranno celebrati mercoledì 21 Ottobre alle ore 10 nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù in Patti.




 164 visitatori online
Articoli più visti