Sicilia zona rossa da domenica, oggi l’ordinanza: cosa si può fare
PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Venerdì 15 Gennaio 2021 11:01
Visite articolo: 731 volte

Si attende solo l’ordinanza ma sembra che tutto sia già stato deciso. La svolta ieri sera dopo l’appello lanciato dal Presidente Nello Musumeci all’indirizzo del ministro Roberto Speranza. “Alla luce dell’aumento dei contagi – ha detto ieri Musumeci – che è ulteriormente progredito rispetto alla scorsa settimana, abbiamo sottoposto al governo centrale la proposta di dichiarare per due settimane la “zona rossa” in Sicilia”.

Se il provvedimento fosse confermato, da domenica Sicilia e Lombardia saranno le prime zone rosse del 2021

Nell’ordinanza di oggi saranno assegnati i colori a tutte le regioni, la maggior parte andranno in fascia arancione e solo 6 regioni rimarrebbero gialle, ovvero Abruzzo, Basilicata, Campania, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta.

Nel caso di un colpo di scena e cioè che il ministro Speranza non accogliesse la richiesta di Musumeci, sarà lo stesso presidente della Regione, come lui stesso ha annunciato, a istituire zone rosse nei Comuni dove i contagi hanno raggiunto numeri allarmanti e fra questi c’è Palermo.

Musumeci si è rivolto anche ai siciliani facendo un appello: “Confidiamo nel comportamento rispettoso da parte dei cittadini. Una minoranza non deve condizionare la vita sociale ed economica della nostra comunità”.

Cosa si può fare in zona rossa

Innanzitutto non si potrà uscire di casa se non per comprovate ragioni di lavoro, necessità o salute e per ritornare al domicilio e alla residenza. Valida la regola che consente una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) di andare a trovare parenti o amici ma solo all’interno del proprio comune.

Si fermano tutte le attività commerciali e la ristorazione: bar e ristoranti potranno lavorare solo per l’asporto e il domicilio. Il governo ha però confermato che nel Dpcm, in vigore dal 16 gennaio, ci sarà il divieto della vendita da asporto per i bar dalle 18. Resto aperti i negozi che vendono beni di prima necessità o essenziali per alcune attività.

Sulle scuole non è stata presa ancora una decisione. Ieri la Regione ha avviato un’attività di screening per alunni e docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado in vista del possibile ritorno a scuola di lunedì, 18 gennaio e anche il Comune di Palermo ha fatto lo stesso per il personale delle scuole per l’infanzia. Nelle prossime ore si saprà se si continuerà in DAD o si procederà al rientro in classe.

LE ATTIVITA’ COMMERCIALI CHE RESTANO APERTE IN ZONA ROSSA

 

Commercio al dettaglio

 

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)

Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione

Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari

Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio

Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio

Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati

Commercio al dettaglio di biancheria personale

Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati

Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori

Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)

Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

Restano chiuse palestre e piscine, ma è consentito fare sport individuale all’aperto senza uscire fuori dal comune. Anche la passeggiata, ma nei pressi della propria abitazione, è permessa.




 171 visitatori online
Articoli più visti