Patti: da domani sospesa l’attività della Residenza Sanitaria Assistita di Case Nuove Russo; intervento dell'on. Laccoto
Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Sabato 30 Aprile 2022 19:18
Visite articolo: 332 volte

Da domenica 1 Maggio 2022 chiude la Residenza Sanitaria Assistita di Case Nuove Russo a Patti in quanto è pendente al Tribunale Amministrativo Regionale di Catania un ricorso presentato dalla ditta che è arrivata seconda nella graduatoria della gara d’appalto. Per questo motivo l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina ha assunto la decisione di chiudere l'RSA in attesa del pronunciamento sul ricorso in questione. C'è da registrare che, qualche mese fa, la commissione salute all'Ars aveva approvato il Piano per il rinnovo della Sanità con i fondi del PNRR confermando la creazione a Patti dell'ospedale di comunità. Il territorio pattese era stato, inizialmente escluso, per poi essere inserita grazie all'impegno dell'onorevole Giuseppe Laccoto ed alla presa di posizione del sindaco Gianluca Bonsignore. L'ospedale di comunità sarà realizzato nei locali di Case Nuove Russo di proprietà dell'Asp che ospitano attualmente la Rsa e che da domani chiude. Sulla decisione dell’Asp di Messina di sospendere l’attività della Residenza Sanitaria Assistita di Case Nuove Russo di Patti è intervenuto proprio l’on. Giuseppe Laccoto: “Ritengo che la decisione presa penalizzi oltremodo gli ospiti della RSA e le loro famiglie provocando notevoli disagi visto che si tratta di anziani. Sospendere l’attività per attendere l’esito del ricorso è un provvedimento quantomeno singolare che stride senz’altro con il servizio svolto, notoriamente rivolto ai deboli e ai sofferenti. Si sarebbe dovuto, nelle more della definizione del ricorso, proseguire l’attività con la ditta prima aggiudicataria oppure giungere ad un affidamento temporaneo. Ma svuotare la RSA trasferendo altrove gli anziani, davvero non sembra la soluzione giusta”.





 125 visitatori online
Articoli più visti