Politica


San Piero Patti: Il Sindaco Ornella Trovato "attacca" l'opposizione: quante menzogne! Stampa
Mercoledì 02 Dicembre 2009 08:54

Impazza la polemica a San Piero Patti, ed il primo cittadino Ornella Trovato (nella foto), stavolta, attraverso la stampa "alza la voce" e chiarisce i fatti accaduti nell'ultima riunione del civico consesso: "Si è tenuto martedì 1 dicembre alle ore 15,00 la seduta del  consiglio comunale a San Piero Patti, afferma il Sindaco Trovato, che era stato dapprima convocato per il pomeriggio del giorno prima 30 Novembre ma che, per il solito comportamento ostruzionistico tenuto dal gruppo consiliare di opposizione Fontana di San Vito sostenuto anche dal consigliere Filippo Mondello e dal Presidente Marco Cannizzo era stato,  forzatamente rinviato per la mancanza del numero legale. Infatti, accampando le solite scuse pretestuose, che ormai il gruppo di opposizione  Fontana di S. Vito pone in essere, come quelle, stavolta, che gli atti non erano giacenti secondo i termini previsti. Ma guarda caso proprio il Presidente Cannizzo, che ha abbandonato l'Aula, lo ha convocato perché era tutto in regola: gli atti del consiglio erano a posto sin dalla sua convocazione del Venerdì mattina. Ma se ciò fosse stato, ci chiediamo come mai stamane, avendo ormai avuto tutto il tempo necessario,  i consiglieri comunali del gruppo di opposizione, il consigliere  Mondello ed il Presidente Cannizzo, non si sono presentati in aula ed hanno desertato i lavori del consiglio comunale nuovamente?  La verità amara che dobbiamo ancora constatare è la non rassegnazione, da parte di alcuni,  alla sconfitta elettorale, nonché il solito tentativo di paralizzare l'attività amministrativa dell'amministrazione comunale.  E' stato solamente per senso di responsabilità dimostrato dai consiglieri del gruppo di maggioranza e del consigliere Alfonso Schepisi, afferma il sindaco Ornella Trovato,  che l'assestamento di bilancio è stato approvato.  Tali comportamenti ostruzionistici,  da parte dei consiglieri di Opposizione, del consigliere Mondello e del Presidente Cannizzo, non fanno che danneggiare la comunità Sampietrina penalizzando anche l'economia; infatti all'ordine del giorno vi era l'assestamento del bilancio che è fondamentale per la prosecuzione e la realizzazione di progetti di sviluppo. Vedasi le somme da stanziare per la progettazione di 4 ( quattro ) cantieri di lavoro di cui si chiederà il finanziamento alla Regione che, una volta approvati, daranno una grande opportunità di lavoro a molte famiglie di S. Piero nonché vedranno realizzare delle opere di sviluppo.  Ed è proprio un tale sviluppo che a quanto pare Cannizzo, Mondello e l’Opposizione non vogliono. Se fossero stati interessati al bene del paese, avrebbero certamente preso parte al consiglio e votato, invece erano assenti.  E' dunque evidente che questi consiglieri non hanno a cuore il bene del paese: se fosse stato per loro San Piero Patti avrebbe perso la possibilità di avere, come predetto,  i cantieri di lavoro e di partecipare ad importanti finanziamenti come quelli che si possono ottenere attraverso l’adesione al GAL e di eseguire importanti opere di manutenzione presso il nostro campo sportivo. A sostegno del Sindaco è intervenuto anche il Capogruppo della Maggioranza Salvatore Taranto specificando quanto segue: "I cittadini devono averlo chiaro: questa è la verità dei fatti. Dobbiamo però constatare, afferma anche il capogruppo della maggioranza consiliare Salvatore Taranto,  una nota importante che è emersa in quest'ultimo consiglio, la trasformazione del consigliere Filippo Mondello che prima si è staccato dalla maggioranza, poi ha formato un gruppo indipendente ed oggi firma un comunicato, come parte integrante del gruppo Fontana di S. Vito,  nella quale si associa a loro nell'abbandonare l'aula. Questa è, come si suol dire, grande coerenza. Per non parlare ormai del comportamento del Presidente del consiglio Cannizzo che è solo da censurare poiché non rispetta il volere dei consiglieri ed anche lui si presta a comportamenti che nulla hanno a che vedere con il ruolo “ super partes “ che istituzionalmente dovrebbe ricoprire. Ci vedremo nuovamente costretti a rivolgerci nuovamente, come già è avvenuto in passato, all'Assessorato Regionale degli Enti Locali, continua ad affermare Taranto,  per non paralare di ulteriori azioni che il nostro gruppo consiliare porrà in essere a breve, anche perché vorremmo anche ricordare che il Presidente del Consiglio Marco Cannizzo è già stato rinviato a giudizio e pende udienza presso il Giudice di Pace di Patti per il martedì 19 Gennario 2010 per aver tentato di aggredire il consigliere comunale Rosario Corica. Non vediamo che garanzie possa dare più il Presidente Cannizzo quando si parla di rispetto delle Istituzioni. Cannizzo, abbandonando il consiglio, che lui stesso aveva convocato, pur di far danno al paese, ha davvero superato se stesso".

Librizzi: Contributi in arrivo dalla Regione Stampa
Martedì 01 Dicembre 2009 08:57

L’ultima seduta del consesso civico di Librizzi è stata incentrata su due argomenti: l’arrivo di nuovi fondi nelle casse del comune e le polemiche generate dalla lettera a firma del consigliere di minoranza Tindaro Maniaci diffusa nei giorni scorsi. Sono tre i contributi elargiti dalla Regione Siciliana al comune di Librizzi e che andranno a rimpinguare alcuni capitoli del bilancio; l’iscrizione di queste somme all’interno del documento contabile entro il 30 novembre era necessaria affinché potessero essere subito disponibili. Scendendo nel particolare si tratta di circa 51mila euro di risarcimento per danni causati da eventi atmosferici e relativi all’anno 2008, 41mila euro circa di contributo per disagio economico e ulteriori 5 mila euro per rimborso Iva. Quasi 100mila euro che serviranno, come affermato dal primo cittadino librizzese Renato Cilona, a intraprendere primi interventi di riparazione e messa in sicurezza di strade, infrastrutture e immobili di competenza comunale. Inoltre circa 30- 35mila euro verranno impiegati per garantire un efficiente servizio di assistenza domiciliare agli anziani, come già fatto nell’ultimo anno. Il sindaco ha voluto sottolineare l’impegno profuso dall’amministrazione librizzese nel reperire queste somme in un momento difficile in cui la crisi economica e anche politica sta attanagliando la nostra regione. La deliberazione per l’iscrizione di queste somme nel bilancio è stata approvata con i voti favorevoli della sola maggioranza, astensione di “natura politica” per gli unici due consiglieri d’opposizione presenti in aula. Nonostante ciò queste due presenze sono state fondamentali per il mantenimento del numero legale. Discussione fuori programma quella nata sulla lettera del consigliere d’opposizione Tindaro Maniaci. Nel documento diffuso a tutti i cittadini e ai consiglieri comunali librizzesi, Maniaci, denunciava presunti comportamenti ingiuriosi e irrispettosi tenuti nei suoi confronti da alcuni esponenti della maggioranza consiliare nella penultima seduta. A Maniaci ha risposto, con un documento letto durante la seduta di sabato, il consigliere Angela Cardinale che, dopo aver negato i fatti contestati da Maniaci, ha accusato il consigliere d’opposizione d’aver gettato fango sui colleghi di maggioranza e per questo ha “preteso” le sue scuse formali. Scuse che non sono arrivate: Maniaci ha ritenuto questa richiesta immotivata e paradossale.

San Piero Patti: Fumata nera per l'Assestamento di bilancio Stampa
Lunedì 30 Novembre 2009 19:14

Fumata nera per l’assestamento di bilancio 2009 del comune di S. Piero Patti. Il consiglio comunale riunitosi oggi pomeriggio con urgenza per l’analisi e l’approvazione dell’importante atto, poco dopo l’inizio, ha registrato una brusca interruzione a causa dell’abbandono dell’aula da parte del gruppo d’opposizione Fontana di Santo Vito e dei consiglieri Cannizzo e Mondello. Motivo di questo gesto la presunta inosservanza dei termini di legge in materia di convocazione del consiglio comunale e di accesso agli atti da parte dei consiglieri. Il gruppo Fontana di Santo Vito, in un documento presentato ad apertura di seduta, ha  affermato di non aver potuto in alcun modo prendere visione dei documenti relativi all’ordine del giorno proprio perché nei due giorni successivi alla convocazione del consiglio comunale, avvenuta venerdi 27 novembre, l’ufficio di segreteria del comune è rimasto chiuso mentre gli altri non disponevano della documentazione richiesta. Questo andrebbe contro la norma che prevede l’accesso agli atti almeno 24 ore prima della seduta. Subito dopo la lettura del documento a firma congiunta del gruppo d’opposizione e del consigliere Mondello, anche il presidente del consiglio comunale Marco Cannizzo, ormai notoriamente lontano dalle posizioni dell’amministrazione Trovato,  ha preso la parola per sottolineare queste mancanze e reinterpretando l’accaduto come un ennesimo atto irrispettoso nei confronti del ruolo del consiglio comunale. Dopo queste dichiarazioni il presidente del consesso civico, i cinque del gruppo Fontana di Santo Vito e il consigliere Mondello hanno abbandonato l’aula.  A quel punto i consiglieri del gruppo Noi per S. Piero più l’ex consigliere d’opposizione Schepisi non hanno potuto far altro che constatare la mancanza del numero legale, quindi la seduta, durata meno di un quarto d’ora, si è conclusa.

San Piero Patti: Il Gruppo Fontana di Santo Vito "abbandona" il Consiglio Comunale Stampa
Lunedì 30 Novembre 2009 17:54

Comunicato stampa da parte del Gruppo Fontana di Santo Vito rappresentati da Giuseppe Forzano, Armando Interdonato, Fabio Di Dio, Francesco Pagana, Giovanni Cucè, con i consiglieri Filippo Mondello e Marco Cannizzo dopo i nuovi colpi di scena nel consiglio del pomeriggio. La missiva riporta testualmente: "Nella confusa situazione politica che ormai da quasi tre anni permane nel nostro paese, si è consumato l’ennesimo strappo. Infatti, nella seduta di questo pomeriggio, lunedì 30, il Consiglio Comunale di San Piero Patti, convocato con procedura di urgenza per l’approvazione dell’Assestamento di Bilancio 2009, è stato immediatamente interrotto dall’abbandono polemico dei consiglieri del Gruppo Fontana di Santo Vito e del consigliere Mondello Filippo, a cui è seguita l’adesione del Presidente del Consiglio Marco Cannizzo, facendo di fatto venir meno il numero legale. I Consiglieri Comunali hanno presentato un documento dove lamentano la inosservanza delle norme di Legge che prevedono l’accesso agli atti almeno 24 ore prima della seduta consiliare.Infatti, i consiglieri si erano recati presso gli uffici comunali sia sabato 28 che domenica 29 novembre, senza che fosse possibile consultare gli atti, in quanto l’ufficio di segreteria era chiuso e gli altri uffici non avevano alcuna notizia relativa al deposito della documentazione in questione.I Consiglieri Comunali per tale gravi motivi, che evidenziano un disprezzo delle prerogative fondamentali dell’organo consiliare, hanno voluto ancora una volta richiamare l’attenzione sulla inesistenza di una maggioranza consiliare, sulla mancanza di dialogo tra il Sindaco ed il Consiglio Comunale ed inoltre, inviando la documentazione alla Prefettura ed all’Assessorato Enti Locali, evidenziare la mancanza del rispetto delle regole democratiche sancite dalla normativa vigente".

Patti: Bilancio tutto ok! Lo ribadisce il Sindaco Giuseppe Venuto Stampa
Lunedì 30 Novembre 2009 17:12
Il Sindaco di Patti, Giuseppe Venuto, attraverso un comunicato stampa, esprime viva soddisfazione per aver risolto il nodo sul debito fuori bilancio: "Dopo l'adesione alla costituenda società Gal - Insieme per i Nebrodi e la rimodulazione del centro commerciale naturale "Patti Centro", afferma il Sindaco Venuto, nel Consiglio Comunale di sabato scorso, il civico consesso ha potuto riconoscere i 17 debiti fuori bilancio pari ad una somma di euro 555.307,14. Grazie all'oculata gestione delle risorse economiche a disposizione dell'Ente che ha prodotto un consistente avando di amministrazione. Tengo a precisare, continua Venuto, che, dei debiti fuori bilancio riconosciuti, ben 455.050,90 euro risalgono a gestioni amministrative precedenti i nove anni della mia gestione. Nell'importante ed impegnativa riunione, il Consiglio Comunale, ha proceduto all'assestamento e all'equilibrio del bilancio di previsione dell'esercizio finanziario 2009".
<< Inizio < Prec. 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 Succ. > Fine >>

Pagina 112 di 122
 128 visitatori online
Articoli più visti