Patti: i commercianti incontrano il sindaco sulla questione tributi
Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Giovedì 02 Maggio 2019 09:47
Visite articolo: 476 volte

La questione delle cartelle inviate dalla Creset ai contribuenti pattesi e la revisione del regolamento sull’imposta della pubblicità saranno al centro di un incontro che si svolgerà martedì 7 maggio alle ore 12 a Palazzo dell’Aquila tra i rappresentanti dell’unione commercianti pattesi ed il sindaco di Patti Mauro Aquino.

Il confronto era stato richiesto, nelle scorse settimane, dagli operatori commerciali della città per chiarire alcuni aspetti legati all’invio delle cartelle di pagamento per tributi inerenti il suolo pubblico e la tassa sulla pubblicità. Diversi gli argomenti poi posti all’attenzione del primo cittadino, ma in questa occasione saranno affrontati esclusivamente i primi due temi rinviando, poi, ad un successivo incontro gli altri argomenti.

“Rispetto al momento in cui avevamo chiesto l’incontro – ha detto il presidente dell’unione commercianti pattesi, Gabriele Carcione – ci troviamo di fronte alla novità introdotta dal decreto Crescita che prevede la possibilità di rottamazione delle cartelle inerenti le tasse comunali. Chiederemo quindi al sindaco, prima di avviare qualsiasi altra discussione sulle cartelle già inviate, se ci sono i presupposti affinchè il Comune possa aderire al decreto optando quindi per la possibilità di rottamare tasse e multe comunali”.

Dal mese di ottobre stanno arrivando ingiunzioni di pagamento per acqua, anche relativa al 2008, tributi vari e molti commercianti si sono visti recapitare quella per la pubblicità. E, soprattutto in quest’ultimo campo, in alcuni casi, sono arrivate cartelle per tributi che mai, in passato, erano stati richiesti e, forse, in molti, ne disconoscevano l’esistenza, bensì nei regolamenti comunali siano previste. “Tra le questioni che intendiamo affrontare con il sindaco Aquino c’è anche la retroattività automatica delle imposte da parte della Creset – ha spiegato Carcione. Perchè sembrerebbe che, in alcuni casi, su situazione accertate oggi sia stato richiesto il pagamento automatico degli ultimi 5 anni senza che sia stata eseguita una verifica sulla reale situazione pregressa. Inoltre chiederemo la possibilità di far rateizzare al contribuente le cartelle più vecchie e per anno in modo da dare a tutti la possibilità di pagare con più tranquillità e importi meno onerosi. Allo stesso tempo chiederemo che l’azione coattiva di recupero da parte della Creset avvenga solo sulle cartelle in prossimità di prescrizione”.

Sul tavolo sarà posta anche la questione della tassa sulla pubblicità e del suolo pubblico. “Per quanto riguarda la Tosap – ha aggiunto Carcione – chiederemo l’applicazione della delibera consiliare del’agosto 2011 che prevede lo sgravio del 30% per le attività ricadenti nel centro storico ed ancora lo sgravio per gli operatori commerciali di Piazza Niosi e delle vie adiacenti per i disagi subiti nei cinque anni di lavoro di ristrutturazione dell’area della parte antica della città. Inoltre proporremo la rimodulazione delle tariffe della Tosap sulla base territoriale e per tipologia di attività. Un’altra richiesta importante è quella dell’eliminazione della tassa sul suolo pubblico inerente le tende e le fioriere d’arredo antistanti le attività commerciali”.




 212 visitatori online
Articoli più visti