Patti: politica in fermento, accordi quasi fatti
Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Venerdì 03 Settembre 2021 09:37
Visite articolo: 584 volte
Mentre ancora non è perfettamente definito il quadro delle alleanze per le prossime elezioni amministrative di Patti, inizia comunque a delinearsi lo schieramento di partenza per la corsa a sindaco.

Appare ormai certa la candidatura a sindaco dell’ex presidente del consiglio e assessore dell’era Venuto, Giorgio Cangemi. Anche se ancora manca l’ufficialità in quanto si attendono di definire gli ultimi dettagli sulla coalizione, Cangemi potrà contare sull’apporto di ciò che rimane dell’attuale squadra di governo guidata dal sindaco Mauro Aquino e dal vice sindaco Alessia Bonanno. Oltre il gruppo politico legato all’attuale assessore al turismo Cesare Messina, certo appare anche l’accordo con la l’ex lista civica espressione del presidente del consiglio Nicola Molica e dell’assessore Giovanni Franchina. A seguire è ormai certa anche l’adesione del movimento civico di cui fa parte l’ex consigliere di opposizione Filippo Tripoli e l’ex avversario di Aquino alle amministrative del 2011 Luigi Gullo. Dovrebbe essere parte della squadra a sostegno di Cangemi anche l’avvocato Tino Giusto fino a qualche giorno fa in lizza per la candidatura a sindaco che andrebbe così a far parte dell’eventuale Giunta in caso di vittoria.

La notizia della candidatura di Cangemi non è ancora ufficiale e la fumata bianca era attesa nel corso della prossima settimana. Anche se è ormai certo che questo sia lo schema espressione dell’amministrazione uscente si attende comunque la conferma con Alessia Bonanno riconfermata vicesindaco e la giunta che vedrebbe l’ingresso di Tino Giusto. Gli altri posti nell’esecutivo potrebbero essere occupati da un rappresentante del gruppo legato a Cesare Messina ed uno tra Nicola Molica e Giovanni Franchina. La presidenza del consiglio, in caso di vittoria, verrebbe affidata all’attuale primo cittadino Mauro Aquino.

Sembra allontanarsi l’ipotesi di una candidatura di Salvatore Sidoti del gruppo Adesso Patti. Il movimento aveva lasciato intendere la possibilità di scendere in campo direttamente, ma senza mai esporsi oltremodo. Adesso sembrerebbe che il movimento stia valutando l’idea di aggregarsi ad un gruppo già esistente e quindi ad uno dei candidati che si contenderanno la poltrona più ambita della città.

Prosegue anche il lavoro di crescita della coalizione che porterà al ritorno in campo di Gianluca Bonsignore che aggrega diverse forze politiche eterogenee ed alternative all’attuale corso amministrativo.

Anche Enzo Natoli del Movimento Siciliani Liberi è intenzionato a portare avanti la candidatura e domenica 5 settembre alle ore 18 presso la sede dell’asilo Caleca presenterà il suo programma elettorale. L’ufficializzazione dell’incontro evidenzia la netta volontà di concorrere da solo senza alleanze con altre forze politiche e, anche per questo, ha rifiutato di partecipare alle ultime riunioni che si sono svolte per valutare eventuali aggregazioni ed evitare dispersioni di voti.

Intanto si intensificano le riunioni politiche in vista del voto del 10 ed 11 ottobre prossimo. Nei giorni scorsi si è tenuta una riunione a cui hanno preso parte i rappresentanti dei gruppi legati ai possibili candidati a sindaco Anna Sidoti (Patto per Patti), Giuseppe Raneri (Cambiare Patti), Fabrizio Trifilò (Patti e Diritti) e Attilio Scarcella (La Patti che vorrei). I primi tre avevano già ufficializzato la propria discesa in campo, il quarto aveva solo lasciato intendere la volontà di farla. Non è stata trovata l’unione di intenti sperata da alcuni dei protagonisti alla vigilia. Fabrizio Trifilò ha espresso la volontà di proseguire per la strada già tracciata, ma sembrerebbe possibilista per eventuali accordi con altre forze. Al tavolo rimane seduto Attilio Scarcella che però sembrerebbe stia trattando anche con le altre forze già in campo per un eventuale accordo elettorale.




 194 visitatori online
Articoli più visti