Patti: sarà restaurato uno dei Registri della Corte Giuratoria che versa in gravi condizioni di degrado, risalente al 1756
PDF Stampa
Scritto da Comunicato Stampa   
Mercoledì 03 Gennaio 2024 12:14
Visite articolo: 9485 volte

Italia Nostra Presidio Nebrodi comunica, con grande soddisfazione, che la propria proposta di progetto di Democrazia partecipata avanzata per il 2023, relativa al restauro conservativo di uno dei Registri della Corte Giuratoria di Patti che versa in gravi condizioni di degrado, risalente a metà settecento (1756-57) e custodito presso l’Archivio Comunale di Patti, è tra quelle approvate dall’apposita Commissione esaminatrice. Nei giorni scorsi, con apposita determinazione, è stato affidato l’incarico ad un laboratorio di restauro competente nel settore del restauro di documenti antichi, che dovrà restaurarlo sotto la supervisione della Soprintendenza Archivistica della Sicilia. Italia Nostra con questa sua proposta ha voluto porre in evidenza l’importanza del recupero della memoria storica del nostro territorio che va salvaguardata. L’archivio storico comunale di Patti conserva un importante patrimonio documentario con atti che risalgono alla fine del 1500. In particolare, tra i documenti più importanti dal punto di vista storico, l’Archivio comunale conserva i registri della corte giuratoria che vanno dal 1579 al 1806 e atti del Senato dal 1807 al 1812. Molti di questi registri versano in condizioni di degrado e necessitano un urgente restauro. Il restauro dei registri storici permette di riscoprire documenti di fondamentale importanza storico-culturale per i cittadini in quanto la loro lettura e il loro studio fa luce su tanti eventi ad oggi sconosciuti legati alla storia della nostra città. Si tratta di un doveroso atto di tutela del nostro archivio storico, giacimento inesauribile della storia cittadina. Gli Archivi storici sono a tutti gli effetti Beni Culturali e come tali sono tutelati dal Codice dei Beni Culturali e del paesaggio. Italia Nostra Presidio Nebrodi intende, con questo progetto, invitare l’Amministrazione Comunale, considerata l’importanza di tale operazione culturale, a prevedere annualmente una somma da destinare al restauro dei documenti storici in suo possesso, quali importanti Registri della Corte Giuratoria e Senatoria e a richiedere, nel contempo, un contributo al Ministero tramite la Soprintendenza Archivistica della Sicilia, per la realizzazione di interventi di restauro e riordinamento del patrimonio archivistico. Italia Nostra, infine, ritiene che la realizzazione di questo progetto, rappresenti un’occasione importante per continuare un percorso, già peraltro iniziato dalla Amministrazione Comunale di Patti, per la salvagiardia di altri importanti documenti storici cittadini, al fine di recuperare in modo permanente e ridare dignità a delle testimonianze storiche che potranno essere così fruite dagli studiosi della storia di Patti e restituite alla cittadinanza intera.




 489 visitatori online
Articoli più visti