NOTIZIE DI CRONACA
Patti: acquedotto comunale, lavori e trivellazione di nuovi pozzi per evitare crisi idriche PDF Stampa
Scritto da Giuseppe Giarrizzo   
Giovedì 02 Luglio 2020 16:38

In questi giorni il ripristino della piena funzionalità della rete idrica è in testa alle priorità dell’amministrazione comunale, costretta ad affidare ad una ditta barcellonese alcuni lavori di manutenzione straordinaria per un importo complessivo di circa 36mila euro. Gli interventi consisteranno nella sostituzione delle elettropompe di pertinenza della centrale dei pozzi del Timeto e dei serbatoi di Monte Giove, Pizzo dell’Uovo e Segreto. Contestualmente si procederà all’efficientamento di una parte del sistema acquedottistico.

A segnalare nei giorni scorsi alcuni danni agli impianti idrici ed elettrici era stato il fontaniere comunale, il quale aveva sollecitato l’intervento dell’Ufficio tecnico. Dal sopralluogo effettuato da alcuni dipendenti di Palazzo dell’Aquila sono emersi diversi problemi legati agli impianti di sollevamento e a quelli di alimentazione delle pompe collocate all’interno dei serbatoi. Fortunatamente, però, non si è registrata alcuna penuria d’acqua, come invece si temeva in alcune zone del territorio comunale, tra cui Tindari, Scala e Mongiove. "Il tempestivo affidamento dei lavori – riferiscono dal Comune – risponde all’esigenza di non compromettere la funzionalità di gran parte del sistema idrico comunale, evitando conseguenti danni di natura igienico – sanitaria per l’ente e per l’intera collettività".

Nel frattempo, mentre con l’arrivo dell’estate aumenta la richiesta di approvvigionamento idrico, Giove Pluvio continua a latitare rischiando di lasciare i pozzi quasi a secco. "Per risolvere il delicato problema – rende noto il vicesindaco Alessia Bonanno – è necessario scavare urgentemente un nuovo pozzo idrico per l’emungimento di acqua potabile, con l’intento di aumentare la capacità idrica ed evitare l’insorgenza di inconvenienti igienico-sanitari". I lavori di trivellazione e di installazione di un nuovo impianto di sollevamento, che peseranno sulle casse comunali per circa 30mila euro, saranno effettuati sui serbatoi di contrada Santo Pietro: "Si tratta – spiega Bonanno – di lavori necessari ad evitare che fra qualche settimana, quando diminuirà la capacità idrica, ci si ritrovi a secco proprio nei mesi clou dell’estate. Ad oggi – aggiunge il vicesindaco – non riscontriamo problemi particolari, ma è probabile che nelle prossime settimane inizieremo con il razionamento, per cui invito tutti i pattesi ad adeguarsi al regolamento comunale del 2017 che impone ai cittadini di dotarsi di serbatoi idrici per far fronte ad eventuali situazioni emergenziali".

Intanto sono terminati i lavori di completamento dell’acquedotto nelle contrade Monte e Nocilla, i cui residenti sono stati finalmente forniti di acqua corrente e liberati  dalla “schiavitù” delle autobotti: "Abbiamo messo in funzione i serbatoi che per mezzo di un sistema a caduta – riferisce Bonanno – riforniscono di acqua corrente circa cinquanta utenze attraverso il pozzo trivellato in località Sorrentini e i 900 metri di nuova condotta che collegano le tubazioni all’acquedotto".

Patti: oggi i fedeli si ritroveranno all'Acquasanta per ringraziare Santa Febronia, patrona della città PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Giovedì 02 Luglio 2020 11:10

Il 2 luglio di 360 anni fa la campana della chiesetta del quartiere Polline, a Patti, suonò a distesa, spontaneamente, per avvertire i pattesi di un grave pericolo incombente: Ascanio Anzalone, che aveva comprato la città dall'esoso governo spagnolo come feudo, veniva ad occuparla a tradimento. 

I cittadini accorsero alle armi immediatamente, impedirono l'accesso al neo-feudatario, subirono un assedio, ma non cedettero. Venuti a Patti, risarcirono con grandi sacrifici l'Anzalone, fondendo in quella circostanza anche i calici delle chiese.  

Patti scrisse in quella circostanza una bella pagina di storia e per la riconoscenza, la vergine e martire Febronia fu proclamata principale protettrice della città.

Per ricordare tale avvenimento, oggi, giovedì 2 luglio, i fedeli e i devoti della santa patrona si recheranno ognuno per conto proprio e non con il pellegrinaggio comunitario a piedi a causa delle restizioni anti Covid-19,al santuario di santa Febronia di contrada Acquasanta nel comune di Gioiosa Marea, dove Febronia fu battezzata dal vescovo sant'Agatone. Alle ore 20, nello spiazzale antistante il Santuario, sarà celebrata la Santa Messa con i distanziamenti previsti dalle norme.

 

Patti: turni festivi delle farmacie nel mese di Luglio PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Mercoledì 01 Luglio 2020 09:20
Il turno di apertura domenicale e festivo delle Farmacie di Patti nel mese di Luglio sarà il seguente:

Sabato 4 e domenica 5 Luglio Farmacia Gugliotta, via XX Settembre - tel. 0941.21127;

Sabato 11 e domenica 12 Luglio Farmacia Tripodo, lungomare Zuccarello di Patti Marina - tel. 0941.361020;

Sabato 18 e domenica 19 Luglio Farmacia Gugliotta, via XX Settembre - tel. 0941.21127;

Sabato 25 e domenica 26 Luglio Farmacia Tripodo, lungomare Zuccarello di Patti Marina - tel. 0941.361020.

N. B. Da giovedì 9 Luglio la farmacia Paratore-Martino di via Trieste rimane chiusa per ferie; riapre sabato 8 agosto.

 

 

Patti: la fruizione delle spiagge ai tempi del Covid19 prevede misure stringenti sul fronte degli accessi all’arenile PDF Stampa
Scritto da Giuseppe Giarrizzo   
Martedì 30 Giugno 2020 20:23

A vigilare sull’adozione di comportamenti corretti e a svolgere attività d’informazione e sensibilizzazione sulle spiagge libere saranno gli agenti della polizia municipale, ai quali verranno affiancate associazioni e organizzazioni di volontariato chiamate a coadiuvare l’ente di Palazzo dell’Aquila nello svolgimento delle attività finalizzate all’applicazione e al mantenimento del distanziamento sociale, garantendo il rispetto delle norme che prevedono il divieto di assembramenti sugli arenili.

Nei giorni scorsi è stato emanato dal Comune un avviso pubblico finalizzato all’individuazione di volontari disposti a collaborare con il comando di polizia locale nella gestione delle spiagge libere dal 1 luglio al 30 settembre. Le attività consisteranno, nello specifico, nell’informare e sensibilizzare i bagnanti sulla normativa vigente e sul relativo regime sanzionatorio, collaborando con il Comune per le operazioni di intervento in caso di situazioni di degrado. La convenzione prevede, inoltre, attività di verifica e riscontro sulla base di programmi di intervento preventivamente approvati dall’ente.

Diverse le attività previste, tra cui il contingentamento degli ingressi e delle uscite dagli arenili, con l’obiettivo di ridurre al minimo il rischio di assembramenti e di nuovi contagi all’interno delle spiagge libere. I bagnanti non potranno accedere agli arenili in caso di provvedimento di quarantena o in presenza di sintomi influenzali e di temperatura corporea oltre i 37,5 gradi. In spiaggia vigerà, inoltre, l’obbligo di distanziamento sociale di almeno 1 metro, anche durante la balneazione e le passeggiate lungo la battigia, mentre viene prescritta la limitazione del contatto con sabbia e scogli. Cinque metri la distanza minima tra gli ombrelloni; 1,5 metri quella tra lettini, teli e sdraio. Particolarmente stringenti le norme sulle attività consentite: vietati calcetto, beach volley, bocce, balli, happy hours, aree giochi, feste ed eventi. Consentiti, invece, gli sport individuali, sia in spiaggia che in acqua. Le associazioni di volontariato saranno chiamate a vigilare anche sulla corretta fruizione delle zone nautiche di Patti Marina e Mongiove.

Patti: Alessandro Princiotta è il nuovo presidente diocesano dell'Azione Cattolica PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Martedì 30 Giugno 2020 18:16

Il Vescovo Guglielmo ha nominato Alessandro Princiotta (nella foto) nuovo Presidente Diocesano dell’Azione Cattolica. Come prevede lo statuto dell’Azione Cattolica la nomina è stata fatta dal vescovo accogliendo le indicazioni del nuovo consiglio dell’associazione eletto nell’assemblea diocesana del 16 febbraio scorso. Alessandro Princiotta, 42 anni, della Parrocchia Maria Santissima Annunziata di Brolo, è stato Responsabile diocesano dell’ACR negli ultimi due trienni. La Presidenza diocesana per il triennio 2020-2023 risulta così composta:

Presidente diocesano: Alessandro Princiotta;

Vicepresidenti Settore Adulti: Giusi Ocera ed Emilio Coppolino;

Vicepresidenti Settore Giovani: Emerenziana Sapenza e Giuseppe Piscitello;

Responsabile dell’Azione cattolica ragazzi: Elisa Bellone. 

In seguito saranno nominati il Segretario e l’Amministratore diocesani e, così, si completerà la Presidenza Diocesana. Si conclude così il lungo cammino assembleare che ha visto rinnovare tutti gli organi associativi dell’Azione Cattolica parrocchiale e diocesana. In Azione Cattolica non c’è responsabilità personale che non sia anche corresponsabilità, non c’è scelta che non sia l’esito di un discernimento comune, e dunque nel nuovo compito Alessandro Princiotta sarò affiancato e sostenuto da tutta l’Associazione. Affidiamo al Signore il cammino che attende l'associazione ecclesiale, certi che tutti i componenti possano trovare stimoli per lasciarsi guidare dalla Parola di Dio.

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2282
 146 visitatori online
Articoli più visti