NOTIZIE DI CRONACA
Patti: non sarebbe forse il caso di intervenire per ripulire e bonificare la zona in questione? PDF Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Sabato 26 Maggio 2018 08:30

Continuando il nostro “giro” nel centro storico, un tempo “cuore pulsante” della città ed oggi bisognoso di tantissimi “by pass” per poter sopravvivere, la nostra attenzione si “posa” sul vicolo Immacolata, che dalla via Roma porta al quartiere San Michele. Un luogo tranquillo, dove un tempo i ragazzi trascorrevano delle ore spensierate, diventato oggi, come, purtroppo, tanti angoli della Patti vecchia, un esempio di abbandono e di disadoro. Le “solite” erbacce crescono a dismisura, diventando ricettacolo di spazzatura di ogni tipo e, soprattutto, in principal modo adesso che il primo caldo si fa sentire (e la situazione potrà solo peggiorare durante la stagione estiva), di ratti, randagi ed insetti di ogni tipo. Il fondo stradale è dissestato e pericoloso, i muri si “vedono” a stento, quasi totalmente coperti dalla folta vegetazione. Non sarebbe forse il caso di intervenire per ripulire e bonificare la zona? A chi ci taccia di dare un’immagine negativa della nostra città, facciamo solo notare che a “parlare” sono le foto che “dicono” molto più dei nostri pezzi. E vi garantiamo che non sono fotomontaggi ma l’immagine più vera e deprimente di una Patti che era e che non è più!

 

 

 

Patti: martedì 5 Giugno l'Istituto Comprensivo "Lombardo Radice" ricorderà Anna Rita Sidoti a tre anni dalla scomparsa PDF Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Venerdì 25 Maggio 2018 10:44

Sono trascorsi tre anni dalla prematura scomparsa di Anna Rita Sidoti, campionessa mondiale ed europea di marcia, stroncata da un male incurabile, ma il suo ricordo non può che essere indelebile in tutti coloro che l’hanno conosciuta ed apprezzata come donna, mamma e grandissima atleta. Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo “Lombardo Radice”, diretto da Pina Pizzo, la ricorderà con una manifestazione sportiva a lei dedicata, in programma, nella palestra, il 5 giugno, a partire dalle 9. Proprio nell’occasione, la suddetta palestra, ufficialmente inaugurata l’11 maggio scorso, dopo i lavori di ristrutturazione e sistemazione, sarà intitolata allo “scricciolo” di San Giorgio di Gioiosa Marea. La manifestazione sarà riservata agli alunni delle quarte e quinte della primaria e di tutte le classi della secondaria di primo grado “Bellini”. I ragazzi della primaria cimenteranno nella corsa veloce sui 30 metri, nella corsa ad ostacoli sulla stessa distanza, nella staffetta a squadre mista e nel salto in lungo. Quelli della secondaria di primo grado, ,nella velocità sui 30 metri, nella staffetta a squadre mista, nel salto in lungo, nel mezzofondo (600 metri) e nella marcia (300 metri). Il gruppo di lavoro, che sta preparando l’evento, è composto dai docenti Santo De Luca Gaglio, Stefania Voscarelli (esperto progetto Sport di Classe), Maria Teresa Schirò, Tindaro Carro e Primo Pocorobba. “Sarà un’intensa giornata, come, del resto, le precedenti edizioni – sottolinea la dirigente Pizzo – di sport e di divertimento, nel ricordo di una campionessa di vita sotto tutti i punti di vista. Abbiamo voluto intitolare a lei la palestra proprio perché sia ancor più di esempio per le nuove generazioni su cosa significhi impegno, dedizione, sacrificio per raggiungere traguardi eccelsi, conquista, coraggio e forza nell’affrontare qualsiasi situazione, anche e soprattutto le più difficili”.

Patti: oltre trenta le perdite d'acqua in città, mozione dei consiglieri Prinzi e Di Santo PDF Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Giovedì 24 Maggio 2018 20:25

“La priorità è l’acqua”. E’ stato questo l’imperativo categorico che ha spinto i consiglieri comunali di opposizione Giovanni Di Santo e Giacomo Prinzi a proporre una mozione, che è stata approvata dal consiglio comunale, sulla programmazione di interventi mirati per l’ammodernamento della rete idrica. Infatti, sono oltre trenta in questo momento le perdite significative della rete idrica (parecchie da noi sistematicamente segnalate) sul territorio comunale, altrettante quelle di minore entità. “Questi i numeri inaccettabili – sottolineano i due consiglieri - della dispersione di acqua che in questo momento attanaglia la città di Patti”. “Affrontare questo problema con interventi tampone e “somma urgenza” - aggiungono - non può essere la strategia giusta per uscire dalla crisi, specie a fine maggio, quando del prezioso liquido non potrà esserne sprecata nemmeno una goccia”. I consiglieri Di Santo e Prinzi, propongono “l’unica seria soluzione a questo problema”: l’individuazione di adeguate risorse, almeno 150mila euro, nell’approvazione del prossimo bilancio comunale 2018, da destinare in maniera specifica ed esclusiva all’ammodernamento della rete idrica sul territorio pattese. I due hanno così presentato la mozione votata in consiglio comunale dalla minoranza, che ha “messo sotto” la maggioranza consiliare, impegnando l’amministrazione comunale a reperire tali risorse. “Solo con la programmazione oculata e mirata – concludono Di Santo e Prinzi - si potrà trovare soluzione alle infinite perdite del martoriato acquedotto, le cui fuoriuscite costituiscono insidia per i passanti, e che spesso non vengono riparate per diverse settimane, nonostante gli operai dell’Ufficio Tecnico cerchino di gestire l’emergenza continua in costante carenza di personale e di mezzi”.

Patti: Dopo 5 giorni, un gatto travolto nella via Padre Pio giace ancora nei pressi del marciapiede PDF Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Mercoledì 23 Maggio 2018 20:28

Che Patti non eccella in quanto a pulizia del territorio è, purtroppo, sotto gli occhi di tutti. Quotidianamente ne arrivano “amare” e, al contempo, inconfutabili conferme. In via Padre Pio, nel tardo pomeriggio di sabato, qualche mezzo in transito (in discesa tanti “pigiano” sull’acceleratore e, nonostante le reiterate segnalazioni e gli incidenti già verificatisi nessuno ha mai pensato di intervenire, per farlo, magari, qualora succedesse il peggio) ha investito in pieno un gatto, rimasto morto sull’asfalto, più o meno a centro carreggiata. Nella mattinata di domenica, o perché spostato da qualche “mano pietosa” o perché sbalzato da altro mezzo in transito (sempre alla solita, folle velocità) il gatto morto è stato “adagiato” in prossimità del marciapiede. Purtroppo, come mostra lapalissianamente la foto, ad oggi, mercoledì, è ancora lì. O meglio sono ancora lì i resti che, tra l’altro, emanano un odore nauseabondo. Questa è l’ennesima testimonianza di come la zona in questione sia raramente pulita e, sotto tale punto di vista, versi nell’abbandono totale. Il che vuol dire che dovremo aspettare o che qualcuno provveda a rimuovere quella che ormai è la carcassa del “povero” gatto o la sua totale decomposizione o che qualcuno si “commuova” alla nostra segnalazione e provveda ad intervenire. Sulla terza ipotesi – scusateci la crudezza – siamo più che scettici! Eppure i residenti pagano le tasse come tutti i cittadini pattesi per cui avrebbero diritto a che fosse garantita la pulizia. Vuoi vedere che, alla fine, è colpa del gatto che si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato?

Patti: Assegnate le Borse di Studio “Antonio Pisani Caccia” per l’anno scolastico 2016/2017 di 3.400 euro ciascuna PDF Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Mercoledì 23 Maggio 2018 10:58

Nei locali del comune di Piazza Mario Sciacca, si è riunita la commissione esaminatrice, composta dall’assessore alla Pubblica Istruzione Valentina Campana, dai professori Giuseppina Faranda, del Liceo “Vittorio Emanuele”, Angelo La Naia, dell’Istituto Tecnico “Ferdinando Borghese” e Maria Lucia Lo Presti, per l’assegnazione, per l’anno scolastico 2016/2017 delle Borse di Studio “Antonio Pisani Caccia” di 3.400 euro ciascuna, agli alunni meritevoli delle Scuole Secondarie di secondo grado, che hanno conseguito il diploma, nella sezione Scientifico – Umanistico – Pedagogico e nella Sezione Tecnico – Professionale.

Le funzioni di segretaria sono state svolte da Nadia De Filippo. Al bando di concorso, riservato a tutte le scuole cittadine, hanno risposto solo tre studenti. Dopo la verifica della documentazione a corredo delle istanze, la commissione ha proceduto alla formulazione della graduatoria sulla base del punteggio ottenuto dalla somma aritmetica del voto finale dell’esame di Stato e della media dei voti conseguiti nello scrutinio finale dei quattro anni precedenti.

La giuria ha, quindi, proclamato meritevoli della borsa di studio, per l’anno scolastico 2016/2017, Bianca Sciacca, che nello scrutinio finale dei quattro anni ha avuto un punteggio di 136,88 per la Sezione Scientifico – Umanistico – Pedagogico e che ha frequentato il Liceo Classico “Vittorio Emanuele”, superando di poco l’altra candidata dello stesso istituto – indirizzo Scientifico – , Cecilia Mazzone, il cui punteggio finale è stato di 132,03, e Francesco Gullo dell’Istituto Superiore “Borghese Faranda” e, quindi, per la Sezione Tecnico – Settore Economico – “AFM” con punti 131,47.

Le borse di studio sono il frutto di un lascito del professore Antonino Pisani, cittadino pattese e della moglie Anna Caccia che, prima di morire, ha intestato i suoi beni immobili al comune di Patti, qualcuno dei quali, come Villa Pisani, oggi sede di una splendida biblioteca comunale, del Museo della ceramica e di tante altre interessanti attività, e una cospicua somma in denaro da destinare alle borse di studio annuali.

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2086
 243 visitatori online
Articoli più visti