NOTIZIE DI POLITICA
Patti: nominato il commissario ad acta per l’esame e l’approvazione dei bilanci di previsione per gli esercizi finanziari 2018/2020 PDF Stampa
Scritto da Nicola Arrigo   
Sabato 08 Settembre 2018 09:26

C’è anche il comune di Patti fra i 150 per i quali l’assessorato regionale alle Autonomie Locali, retto da Bernadette Grasso, ha nominato il commissario ad acta per l’esame e l’approvazione dei bilanci di previsione per gli esercizi finanziari 2018/2020.

Infatti, a distanza di sei mesi dalla scadenza, fissata al 31 marzo dopo che precedentemente era stata stabilita al 28 febbraio, i comuni in questione risultano inadempienti e che ora dovranno, giocoforza, accelerare i tempi.

Infatti, avranno a disposizione 30 giorni, sotto la supervisione dei commissari, dopo di che scatterà la decadenza per le amministrazioni.

Oltre Patti, i comuni inadempienti in provincia di Messina sono 34: Alcara Li Fusi, Barcellona Pozzo di Gotto, Capizzi, Castel di Lucio, Ficarra, Fiumedinisi, Francavilla di Sicilia, Furci Siculo, Gioiosa Marea, Graniti, Gualtieri Sicaminò, Librizzi, Lipari, Messina, Mirto, Mistretta, Monforte San Giorgio, Mongiuffi Melia, Montagnareale, Motta d’Affermo, Pace del Mela, Roccalumera, San Fratello, San Salvatore di Fitalia, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Santa Domenica Vittoria, Saponara, Spadafora, Taormina, Terme Vigliatore, Torregrotta, Torrenova, Villafranca Tirrena.

“Abbiamo cercato – evidenzia Bernadette Grasso – di rispettare le esigenze dei comuni, che attraversano una fase di grande sofferenza e che sono in difficoltà perché non riescono a riscuotere i tributi, pagando ancora il prezzo della crisi. Infatti, spesso, la gente non è in grado di pagare”.”Abbiamo aspettato, abbiamo voluto dare certezza delle somme dei trasferimenti. Adesso coi commissari partiranno le diffide, oltre i termini dei trenta giorni dovrebbe scattare la decadenza. Ma quella è una seconda fase a cui in questo momento non bisogna pensare”.

Patti: i consiglieri di opposizione chiedono di verificare l'agibilità dei plessi scolastici PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Domenica 26 Agosto 2018 11:20

“Si apprende della decisione responsabile del Presidente della Città Metropolitana, Cateno De Luca, di verificare l’agibilità di tutti gli Istituti scolastici della Provincia di Messina, al fine di salvaguardare la salute e l’incolumità di alunni, docenti ed operatori scolastici.

Anche le verifica degli edifici scolastici Comunali, merita la stessa attenzione!!!!

Già nel mese di Marzo 2018, i consiglieri comunali Di Santo e Prinzi avevano presentato una interrogazione al Sindaco Aquino, sullo stato di manutenzione in cui versavano tutte le scuole Pattesi, all’indomani della caduta di intonaci, fortunatamente senza alcun danno ad alunni e insegnanti, avvenuto nella scuola elementare di Corso Matteotti, che aveva portato alla sospensione delle lezioni nelle aule interessate dai distacchi.

Analogamente la interrogazione evidenziava disagi dovuti al freddo nei plessi scolastici di Scala, nonché delle altre frazioni.

Ancora una volta i consiglieri Di Santo e Prinzi sollecitano in tal senso l’Amministrazione Aquino che dimostra scarso interesse a tale delicatissima problematica, nonostante le sollecitazioni dei consiglieri di opposizione.

Nessuna risposta, infatti, è stata data alla legittima istanza avanzata dai due consiglieri, portavoce di genitori ed addetti ai lavori, e soprattutto nessuna iniziativa è stata avviata per la verifica dello stato di conservazione delle numerose scuole presenti sul territorio comunale, nonché per la verifica delle certificazioni occorrenti.

Con l’inizio dell’anno scolastico, si andrà incontro alla stagione piovosa e fredda , pertanto, appare assolutamente necessario procedere al monitoraggio dello stato di efficienza e di manutenzione dei plessi scolastici, al fine di garantire la dovuta sicurezza e tranquillità nello svolgimento delle lezioni”.  

I consiglieri Gianni Di  Santo e Giacomo Prinzi

Patti: per il rischio depotenziamento dell'ospedale, i deputati regionali della provincia presenti al consiglio comunale PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Lunedì 30 Luglio 2018 12:32

Martedì 31 Luglio alle ore 10, durante i lavori del Consiglio Comunale di Patti, su proposta dei consiglieri Filippo Tripoli, Natalia Cimino, Maria Gregorio Nardo e Federico Impalà, saranno presenti i deputati ARS della Provincia di Messina, per ascoltare le richieste della città di Patti e del Consiglio Comunale, prima di proseguire per Palermo dove, nella stessa  giornata, si svolgeranno i lavori della commissione sanità per dare il via alla nuova rete ospedaliera. Dopo la proposta dei consiglieri, la presidenza del Consiglio Comunale di Patti ha deciso di invitare per martedì i deputati, in quanto la loro presenza sarà un atto apprezzato da molti.

Patti: oggi pomeriggio si riunisce il Consiglio comunale PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Giovedì 28 Giugno 2018 09:20

Oggi, giovedì 28 Giugno, presso la Sala Consiliare di piazza Scaffidi, è stato convocato in seduta straordinaria e urgente il Consiglio comunale di Patti. Nella seduta odierna saranno trattati i seguenti argomenti:

  1. Approvazione Piano Triennale LL.PP. 2018-2020 ed elenco annuale 2018 (su proposta del Sindaco);

  2. Approvazione regolamento per la tutela del decoro urbano e la disciplina del colore (su proposta dell’Ass. Scardino);

  3. Piano Finanziario Tributi Rifiuti TARI anno 2018 (su proposta del Sindaco);

  4. Approvazione linee guida per la determinazione delle modalità di pagamento degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione - Revoca Delibera C.C. n. 35 del 25.05.1984 (su proposta del Sindaco);

  5. Chiusura ufficio Postale della fraz. turistico-balneare di Mongiove – Mozione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  6. Mancato rispetto ordinanza di rimozione n. 181/2016 - Mozione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  7. Installazione telecamere a circuito chiuso nelle aree riqualificate del nuovo parco giochi di Patti marina e realizzazione recinzione di salvaguardia - Mozione (su richiesta dei Conss. Tripoli, Cimino, Impalà e Gregorio Nardo);

  8. Approvazione Piano Utilizzo del Demanio Marittimo - Mozione - (su richiesta dei Conss. Tripoli e Cimino);

  9. Mancato spazzamento nelle frazioni e criticità del servizio – Discussione (su richiesta del Cons. Di Santo).

Montagnareale: Rosario Sidoti eletto sindaco, nel segno della continuità, succede alla sorella Anna, che a sua volta, era succeduta al padre Nino PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Lunedì 11 Giugno 2018 10:27

Rosario Sidoti è il nuovo sindaco di Montagnareale; è stato eletto nelle Amministrative, svoltesi ieri nel piccolo comune vicino Patti, succedendo alla sorella Anna, e totalizzando 588 preferenze e battendo l'altro candidato, il ragioniere Nunzio Pontillo, che ha totalizzato 410 preferenze. Rosario Sidoti, Saro per gli amici, ex assessore provinciale, 48 anni, una laurea in economia e commercio, sposato, padre di quattro figli, da sempre in politica, è figlio di Nino, anch'egli Sindaco di Montagnareale per un lunghissimo periodo. "Sono molto contento - ha dichiarato il neo sindaco - per il risultato conseguito; è stato premiato il lavoro svolto in questi anni e adesso ci adopereremo per rilanciare ulteriormente Montganareale". Al sindaco eletto la Redazione de "In Cammino" porge vivissime congratulazioni accompagnati dagli auguri di un proficuo lavoro a servizio della collettività.

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 111
 185 visitatori online
Articoli più visti