NOTIZIE DI POLITICA
Patti: centro di raccolta Rifiuti, interrogazione della minoranza PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Venerdì 09 Agosto 2019 11:04

Dopo l’intervento dell’assessore all’igiene pubblica del Comune di Patti, Giovanni Franchina, che ha anticipato che l’Ente di Palazzo dell’Aquila sta lavorando per la realizzazione di un Centro Comunale di Raccolta dei rifiuti, interviene l’opposizione. I consiglieri di minoranza hanno presentato una interrogazione. A firmarla sono Filippo Tripoli, Natalia Cimino, Mariella Gregorio Nardo e Federico Impalà.

Gli esponenti dell’opposizione chiedono di conoscere quale sia l’area individuata sul territorio comunale per il nuovo centro di raccolta e quale siano i criteri per la sua scelta. Inoltre la minoranza chiede al primo cittadino se è in programma la creazione di un tavolo tecnico per la condivisione del progetto con la cittadinanza e le varie forze politiche.

I consiglieri di opposizione evidenzia che “a seguito dell’approvazione del Regolamento Comunale del compostaggio locale e di prossimità, la realizzazione di detti centri, ridurrebbe i costi del pagamento della bolletta Tari a fronte di molteplici aspetti meglio specificati dalle normative vigenti”.

 

Patti: polemica sui rifiuti, interviene l’assessore Franchina PDF Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Venerdì 09 Agosto 2019 10:56

Dopo la presa di posizione dell’Unione Commercianti Pattesi a seguito della eclatante protesta di un esercente del centro che ha riempito di rifiuti la via Trieste, a freddo, prende posizione l’assessore comunale all’Igiene Urbana, Giovanni Franchina.

L’associazione pattese aveva evidenziato l’opportunità, dopo eventi di richiamo, di organizzare delle raccolte straordinarie dei rifiuti per evitare i commercianti siano costretti a rimanere per diversi giorni con i sacchi dell’immondizia a ridosso delle proprie attività in attesa dei passaggi previsti.

“Il problema rappresentato dall’unione commercianti pattesi – ha scritto in una nota l’assessore Franchina – è reale ma non è senza soluzione, anzi di soluzioni ve ne sono ben tre, il cittadino o esercente che sia, può scegliere”.

La prima soluzione prospettata dall’assessore Franchina riguarda la possibilità di “chiamare in tempo utile l’ufficio comunale o la ditta gestore del servizio inoltrando una richiesta per l’istallazione temporanea di ulteriori mastelli in occasioni di ricorrenze particolari come la festa della Santa Patrona”- La seconda soluzione è quella di “conferire con proprio mezzo i rifiuti accumulati, esclusi i rifiuti indifferenziati, nell’isola ecologica già esistente presso la piattaforma PI ECO. Preciso che in questo caso il limite per ogni singolo trasporto è di kg. 35”. La terza soluzione prospettata dall’esponente dell’esecutivo pattese è quella di “telefonare all’Ufficio Comunale Territorio e Ambiente o al Comando dei Vigili Urbani per rappresentare il problema e trovare insieme una soluzione, così come hanno fatto altri esercenti in situazioni analoghe”.

“Certamente, nell’interesse dell’esercente stesso – ha sottolineato Franchina – la soluzione da lui scelta non è stata la migliore e non ritengo possa essere considerata neppure una soluzione, ma un semplice atto di protesta del quale sono state sottovalutate le conseguenze. Ritengo che il servizio debba essere costantemente monitorato e, facendo tesoro delle segnalazioni ricevute dalla ditta, dall’ufficio e dai cittadini pattesi, ritengo che va migliorato e potenziato. A tal fine ho già avviato le procedure con gli uffici e la ditta gestore del servizio”.

L’assessore Franchina ha anche dato la sua disponibilità per incontrare, nel prossimo autunno, l’Unione Commercianti Pattesi ed i cittadini “al fine di dare un contributo per il miglioramento del servizio e il conseguente adeguamento del relativo piano economico finanziario”.

“Inoltre- ha concluso l’assessore – l’ufficio Territorio e Ambiente sta adeguando il progetto al fine di partecipare a un nuovo bando per la costruzione di un ulteriore CCR (Centro Comunale Raccolta) nel territorio pattese”.

 

Patti: il consiglio comunale convocato l'antivigilia di Ferragosto PDF Stampa
Scritto da Giancarlo D'Amico   
Lunedì 05 Agosto 2019 17:54

Martedì 13 agosto 2019 alle ore 10, presso la Sala Consiliare di Piazza Scaffidi si riunirà il Consiglio Comunale di Patti. Nella predetta riunione saranno trattati i seguenti argomenti:

  1. Lettura ed approvazione verbali precedenti sedute (su proposta del Presidente del Consiglio);

  2. Comunicazione del Sindaco nomina Assessori;

  3. Approvazione Documento Unico di Programmazione 2019/2021 (su proposta del Sindaco);

  4. Approvazione Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario 2019/2021” (su proposta del Sindaco);

  5. Revoca affidamento Creset per Servizio riscossione – Mozione e discussione (su richiesta dei Conss. Prinzi e Di Santo);

  6. Mancata approvazione Bilancio di previsione 2019 e rendiconto 2018 – Mozione e discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  7. Mancato pagamento debiti fuori bilancio anni 2017/2018 – Mozione e discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  8. Intervento urgente di riparazione conduttura nella fraz. Scala via Manzoni e ripristino manto stradale – Mozione e discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  9. Situazione igienico-sanitaria parcheggi Locanda 2 – Mozione e discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  10. Lavoratori ASU – Discussione in merito (su richiesta del Cons. Franchina gruppo Città e Territorio);

  11. Impiego somme Tassa di Soggiorno 2018 – Discussione (su richiesta dei Conss. Di Santo e Prinzi);

  12. Dimissioni Cons. Stroscio quale Presidente 5 Commissione – discussione (su richiesta del Cons. Cimino);

  13. Discussione e mozione sulle condizioni di degrado nella quale versano i tre cimiteri cittadini. Soluzioni in merito (su richiesta del Conss. Tripoli);

  14. Mancata trasmissione alla Corte dei Conti delle linee guida e relativo questionario, per impossibilità a relazionarsi con Ufficio Servizi Economici e finanziari – Discussione (su richiesta dei Conss. Impalà, Di Santo, Prinzi);

  15. Completamento parcheggi via Messina fraz. Mongiove e ripristino manto stradale via Manzoni fraz. Scala – Discussione e Mozione (su richiesta del Cons. Di Santo);

  16. Valutazione iniziative in merito alle proposte di autonomia regionale differenziata – Discussione e Mozione (su richiesta del Cons. Cimino e altri);

  17. Presenza di liquami presso litorale di Mongiove – Discussione (su richiesta del Cons. Prinzi).




     
Patti: l’impossibilità dei revisori dei conti di relazionarsi con l’ufficio tributi arriva in consiglio PDF Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Venerdì 19 Luglio 2019 09:21

“Mancata trasmissione alla Corte di Conti delle linee guida e relativo questionario per l’impossibilità di relazionarsi con l’ufficio economico e finanziario” è il punto che potrebbe essere discusso nel prossimo consiglio comunale di Patti. A richiedere la convocazione straordinaria ed urgente del civico consesso sono stati i consiglieri Giacomo Prinzi, Giovanni Di Santo e Federico Impalà.

Il collegio dei revisori dei conti del Comune di Patti, nei giorni scorsi, aveva scritto al sindaco di Patti Mauro Aquino per comunicare l’impossibilità di procedere al completamento e successiva trasmissione telematica alla Corte dei conti del questionario relativo al rendiconto 2017 già in scadenza al 31 marzo 2019. “Tale impossibilità a concludere la redazione e conseguente trasmissione telematica – avevano scritto – seppur iniziata, in sole due mezze giornate di qualche scorso sabato, non è mai giunta a conclusione, nonostante svariati solleciti, indirizzati all’ufficio economico finanziario”.

Successivamente i tre consiglieri di opposizione avevano inviato una nota stampa per denunciare la questione e, adesso, hanno protocollato la richiesta di convocazione dell’assise cittadina per affrontare la tematica che riguarda il rendiconto 2017.

Patti: le prime ipotesi per le candidature a sindaco PDF Stampa
Scritto da Gabriele Villa   
Lunedì 01 Luglio 2019 09:45

“Questa è la squadra che mi accompagnerà nei prossimi due anni e che dovrà adoperarsi per portare a compimento il tantissimo lavoro che ci vedrà impegnati per potenziare i servizi resi alla collettività”. Con queste parole, venerdì scorso il sindaco Mauro Aquino aveva presentato i due nuovi assessori della sua Giunta, ovvero Cesare Messina e Giovanni Franchina.

Una scelta, quella operata dal primo cittadino, che guarda al futuro e che inevitabilmente è rivolta alle prossime elezioni amministrative previste per giugno 2021. Ormai qualsiasi passo sullo scacchiere geopolitico pattese è rivolto al voto che vedrà i cittadini pattesi chiamati ad eleggere, tra due anni, il nuovo governo della città. Il sindaco Aquino, al suo secondo mandato, non potrà più ricandidarsi. Quindi la corsa all’ambita poltrona, anche considerando il nuovo sistema elettorale, porterà diverse forze politiche a valutare possibili strategie di accordi anche trasversali. Infatti ogni candidato sindaco potrà avere una lista differentemente dal passato, e questo potrebbe anche portare ad un aumento del numero dei candidati per la poltrona più ambita.

A due anni di distanza, e con l’estate ormai inoltrata, si possono solo fare ipotesi considerando che i mesi caldi dell’anno vedranno le varie forze politiche lavorare lontano dai riflettori per poi, a settembre ed ottobre, iniziare a muovere ufficialmente i primi passi.

La scelta effettuata dal sindaco Mauro Aquino di nominare in giunta Cesare Messina appare un segnale forte della volontà di lavorare ad una sua possibile candidatura per la carica di primo cittadino. Una scelta, questa, che non compatterebbe l’intera coalizione che, già ha mostrato diverse fratture interne, e che potrebbe dividersi in almeno due tronconi. In questa ottica sembrano potersi escludere, al momento, le possibili candidature ipotizzate nelle scorse settimane di Alessia Bonanno, Giovanni Franchina e Nicola Molica.

Voci da strada, che non trovano conferme ufficiali, almeno per il momento, puntano anche ad una possibile ricandidatura di Gianluca Bonsignore o della cugina Natalia Cimino, attuale consigliere comunale di minoranza, con una coalizione trasversale ed allargata.

Bisognerà anche comprendere come si svilupperà, nei prossimi mesi, il dibattito all’interno del gruppo di governo con la posizione dei consiglieri Giusy Cannata e Francesco Arrigo, aderenti al partito “Diventerà bellissima” del presidente della Regione Nello Musumeci. Difficilmente il loro gruppo esprimerà direttamente un candidato, ma la loro forza politica potrebbe pesare in maniera non indifferente nelle scelte di chi, oggi, punta a proporre un nome per la carica di sindaco.

Sempre in tema di voci, circolava, nelle scorse settimane, quello del consigliere Giacomo Prinzi. L’interessato, al momento non conferma, né smentisce, ma molto probabilmente non si proporrà in prima persona appoggiando un gruppo che sarà in linea con la sua politica. Tra i più attivi esponenti della minoranza, Prinzi lavora in maniera schietta e concreta dai banchi del civico consesso.

Altri nomi circolano in questi giorni anche se non in maniera ufficiale. Al di là delle ipotesi qualcosa di concreto potrebbe iniziarsi ad avere subito dopo l’estate. A meno di due anni dal voto, infatti, le varie forze politiche che intenderanno confrontarsi dovranno uscire allo scoperto ed iniziare il loro cammino verso il voto del giugno 2021.

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 117
 239 visitatori online
Articoli più visti